questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Provaci ancora Silvio

Attualità, Personaggi

02/03/2015

Capita spesso, credo alla maggior parte delle persone che si occupano professionalmente di cinema,  di pensare che un certo film in uscita andrà bene o male. Senza nessun valido motivo concreto, ma semplicemente a naso. Certo questo non avviene quando un film proviene dal mercato americano, dove le previsioni, assolutamente scientifiche, difficilmente sbagliano. Con i film italiani invece il discorso è diverso. In genere volendo fare gli indovini ad ogni costo ci si basa sull’esperienza del distributore, che più investe in pubblicità e più copie assegna a quel dato film, più crede che sarà un successo. Uscito in poco meno di 400 sale Le leggi del desiderio di Silvio Muccino ha esordito con un incasso di 400mila euro. Nella peggiore delle ipotesi avrebbe dovuto incassare il doppio. 1187 euro di media, la più bassa della top ten. Insomma un flop. Nonostante una campagna promozionale imponente, spot tv, manifesti etc. ed una campagna stampa quasi invasiva con il giovane Muccino onnipresente nei vari studi televisivi e radiofonici. Ora che un film non funzioni ci può stare, soprattutto se il film è bruttino. Ma in genere, soprattutto quando c’è molta carne al fuoco, si mette in conto almeno la curiosità. Che in questo caso ha latitato come il successo promesso dalla trama. A pensarci bene un flop annunciato. Perché soprattutto di questi tempi riesce difficile pensare a qualcuno che si appassioni alla favoletta che basti trovare un motivatore per avere successo. Non ha funzionato il messaggio: datemi un guru e vi solleverò dalla vostra merda. Credo che il pubblico si sia perfino infastidito da questa promessa cialtrona che mischia il backstage di Amici con una seduta dallo psicologo. Peccato, perché a parte l’entusiasmo e le buone intenzioni il film, nella sua logica distorta, è fatto anche bene e Muccino Jr., come il fratello più grande, sa girare. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA