questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Poker d’assi tutto italiano al festival di Cannes?

Attualità, Personaggi

11/04/2011

A due giorni dalla Conferenza Stampa di Presentazione (giovedì, 14 aprile) scatta la gara dei pronostici. Molti dei quali diventati, a questo punto, quasi certezze. Stiamo parlando in particolare degli italiani 'eccellenti' ovvero il duo Moretti-Sorrentino, che potrebbe ripetere il successo strepitoso del duo Sorrentino-Garrone di tre anni fa, e che potrebbe essere accompagnato da un'altra coppia eccellente, quella di Crialese e di Amelio. Il che porterebbe la presenza italiana a quattro 'assi': un poker vincente. Oltre alla già confermata presenza, nella sezione Un Certain Regard dell'esordiente Alice Rohrwacher (sorella di Alba) con il suo Corpo Celeste.

Ma andiamo per ordine. La presenza di Nanni Moretti con il suo Habemus Papam, è praticamente certa. Il film esce venerdì 15 aprile, preceduto il 14 dalla proiezione per la stampa, lo stesso giorno della conferenza parigina di Cannes. Come già avvenne per Il Caimano (che andò a Cannes nel 2006) non ci sarà nessun incontro con il regista. Incontri che, ovviamente, sono rimandati al festival di Cannes. La presenza di Paolo Sorrentino con This must be the place è suffragata - oltre che dal talento del regista - da quello altrettanto carismatico del protagonista Sean Penn, amatissimo dal festival e che, (felice) ironia della sorte, in veste di presidente di giura a Cannes premiò Sorrentino nel 2008 per Il Divo. Ma a mettere 'le pulci' nell'orecchio della stampa è stato soprattutto Frédéric Boyer, delegato generale della Quinzaine des réalisateurs, che nel confermare la presenza nella sua sezione di Corpo celeste di Alice Rohrwacher, ha dichiarato: "Gli italiani possono sperare di avere tra l'altro, tra concorso e fuori concorso, Moretti, Sorrentino e Crialese".

Quindi anche Emanuele Crialese avrebbe tutte le carte in regola per tornare (otto anni dopo Respiro) a Cannes con Terraferma, una storia di immigrazione ambientata a Linosa, a due passi da Lampedusa. Più defilata, e avvolta da una notevole discrezione, la eventuale presenza di Gianni Amelio con Il primo uomo, tratto da un grande della letteratura francese: Albert Camus e girato, in lingua francese, in Algeria. Giovedì le conferme?

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA