questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Point Break: otto prove per l’illuminazione

News

25/01/2016

POINT BREAK
In Point Break, remake del cult d'azione del 1991 di Kathryn Bigelow, vedremo l'impresa di un volo in wingsuit molto pericoloso, mai provato prima nel mondo del Base Jumping. Se nella versione originale la banda di rapinatori era un gruppo di surfisti, in questa pellicola il raggio di azione si amplia, per dare più spettacolarità al film. Dal surf su onde giganti si passa al wingsuit flying, allo snowboard, al free climbing e al motor cycling ad alta velocità. A dirigerlo c'è Ericson Core, che  é anche il direttore della fotografia, vista la buona riuscita nel ruolo in film importanti quali "Imbattibile", e "Fast and Furious"
Un aspetto nuovo rispetto all'originale é l'elemento immaginario, chiamato le Otto prove di Ozaki. "Sono un modo di entrare in contatto con tutte le energie della Terra" spiega il regista. Le otto prove di Ozaki richiedono forza psicologica e spirituale oltre che capacità fisiche e rappresentano un percorso unico per raggiungere l'illuminazione.
"Il primo 'Point Break' è stato un capolavoro, ha ispirato intere generazioni - continua  Core -. Tutti l'abbiamo amato e ne siamo stati influenzati. Volevamo usare l'ispirazione della versione originale, per poi realizzare sullo schermo la nostra visione di 'Point Break', creando un progetto di scala globale e coinvolgendo nell'azione i migliori atleti del mondo di sport estremi”

Scritto da Vittorio Zenardi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA