questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Placido attacca il Parlamento e Frattini risponde

Attualità

07/09/2010

Venezia delle polemiche. Gradite come le ciliegine sulla torta. Perché le polemiche rilanciano i film del Festival, ed il suo ruolo di contenitore di spunti sull'attualità. Ma adesso la polemica sul Vallanzasca di Michele Placido sta decisamente salendo di tono, e da Venezia è arrivata a Roma, nei palazzi della politica. Che in questi giorni sono già piuttosto sensibili. Che il suo Vallanìzasca fosse destinato a creare polemiche era già scritto. La biografia romanzata di un criminale vero, condannato a quattro ergastoli e con molti innocenti sulla coscienza, non poteva passare facilmente sotto silenzio. Anche perché i familiari delle vittime in divisa, ovvero i poliziotti caduti sotto il piombo della banda Vallanzasca, non intendono fare sconti a nessuno. E temono il film, che, a loro dire, getterebbe una luce troppo blanda sul personaggio.

Inoltre anche alcuni giornalisti hanno rincarato la dose chiedendo al regista se fosse giusto fare di un pluriomicida il personaggio di un film? Placido ha risposto in modo molto preciso: "Il film non assolve Vallanzasca, anzi è contro di lui. E non credo che i giovani italiani siano capaci di dedicarsi al male, dopo aver visto questo film. Piuttosto, questo è falso moralismo. All’estero si possono fare film sui criminali senza problemi, qui sia Rai che Medusa lo hanno censurato, rifiutandolo". "Era Vallanzasca ad aver fascino - continua Placido - sapeva sedurre ed era anche più simpatico di come lo abbiamo reso. Era un criminale, ma con una sua etica del male, disse sempre no ad alleanze con la mafia e oggi è ancora in carcere, senza una lira in banca. Noi lo abbiamo solo raccontato". Poi di fronte alla contestazione di alcuni giornalisti ipercritici Placido ci fa giù duro: "In Parlamento ci sono persone peggiori di Vallanzasca". La reazione della politica non si è fatta attendere. Stamani il Ministro degli Esteri, Franco Frattini ha rilasciato una dichiarazione in cui si dice ''assolutamente indignato'' dalle parole del regista Michele Placido, il quale, presentando a Venezia il suo film su Renato Vallanzasca, ha replicato alle critiche dicendo che ''in Parlamento c'e' di peggio'' rispetto al bandito milanese. Placido ''non si permetta di fare queste conclusioni'', ammonisce Frattini, che parla di ''tiro al piccione al politico''. Piuttosto, osserva il titolare della Farnesina, ''pensiamo alle vittime'' di Vallanzasca. Quella di Placido, conclude il capo della diplomazia italiana, intervenuto questa mattina a Radio 24, e' la ''risposta indegna di una persona di valore''.

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA