questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Pirateria: 30% del materiale piratato scaricato da Pubblica Amministrazione

Attualità

24/04/2009

La lotta alla pirateria è la base dello sviluppo culturale ed economico di un'industria sana. Ma il download illegale e' molto diffuso dai computer dei luoghi di lavoro e circa il 30% del materiale piratato viene scaricato dalle postazioni delle amministrazioni pubbliche: lo ha affermato Tullio Camiglieri, membro del Comitato contro la pirateria digitale presso la presidenza del Consiglio. Nel corso della Mediterranean Digital Conference, che si e' conclusa a Roma, oltre a sottolineare la necessita' di ''interventi in tempi brevi'' in questo senso, Gaetano Blandini, direttore generale per il Cinema del Ministero dei Beni Culturali, ha annunciato: ''Proporremo al tavolo per la lotta alla pirateria della presidenza del Consiglio l'emanazione di una direttiva piu' formale per tutte le pubbliche amministrazioni, per mettere dei filtri ai server, in modo da non permettere di scaricare materiale piratato''. "Credo - ha concluso Blandini - che se il trend continuera' in modo cosi' rilevante, tra un periodo non troppo lungo non ci sara' più nulla da 'piratare''. Sulla stessa lunghezza d'onda David Moscato della Universal Pictures Italia che ha detto: ''Se non diamo una risposta seria e veloce molte aziende video spariranno''. Arnaldo Borsa della Bsa (che si occupa della tutela del diritto del software professionale), ha sottolineato che ''la meta' delle aziende italiane usano software piratati e questo porta alla distorsione della concorrenza per quanto riguarda gli appalti pubblici, oltre a un rischio della sicurezza". "Ad esempio - ha ricordato - tempo fa e' stata scoperta un'azienda, che realizza progettazione anche per lo Stato, e che utilizzava un sistema software totalmente 'traccato', con tutti i rischi che questo puo' comportare per le opere progettate''. Per Ted Shapiro della Motion Picture Association, la pirateria ''è un problema globale'' e le vie principali per combatterla sono la creazione di ''buoni modelli di business e di validi progetti tecnologici, e la modifica delle condizioni di mercato''. Francisco Javier Cabrera Blasquez, dell'Osservatorio dell'Unione europea sulla tutela del diritto d'autore, ha ricordato il dibattito in corso alla Commissione europea su una proposta di legge in questo senso, ma ha sottolineato: ''Nessuno sa quali sono le soluzioni alla pirateria. Ho l'impressione che potremmo fare di piu' per informare l'opinione pubblica sul copyright''. Infine, per il regista Marco Pontecorvo, la battaglia contro la pirateria va combattuta con due armi: "l'educazione e la qualità".

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA