questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Paolo Virzì al Teatro Eliseo di Roma e in diretta (in digitale) nei cinema di tutta Italia

Attualità

10/03/2011

Paolo Virzì debutta a teatro con Se non ci sono altre domande scritto e diretto dallo stesso regista livornese ed interpretato da Silvio Orlando insieme a Chiara Caselli, Roberto Citran, Lorenza Indovina, Marina Rocco e altri attori ed attrici di primissimo piano. Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Eliseo di Roma dal 15 marzo al 15 maggio, ma il 12 e il 13 aprile sarà distribuito da Nexo Digital in tutta Italia in diretta. “Sono molto orgoglioso di questo spettacolo che si muove tra Kafka e Bruno Vespa, tra Durrenmatt e Santoro, tra Buzzati e Antonello Falqui.” Dice Virzì “dal sublime all’infimo, dall’alto al basso fino ad arrivare alla narrazione popolare del nostro tempo tra il comico e il tragico con la stessa libertà associativa che troviamo nei sogni.”

Storia di un uomo che si vede al centro di una sorta di talk show esistenziale la piéce è pensata nel puro stile narrativo di Virzì che pone il personaggio principale davanti ad una platea impietosa composta da tutte le persone che ha conosciuto, amato ed odiato “Si guarda all’animo delle persone e soprattutto al modo di raccontarle con l’alibi di una sorta di convention di studi in cui finisce il malcapitato protagonista.” Paolo Virzì dice di non avere trovato una grande differenza tra il lavoro per il cinema e quello per il teatro. “Non date retta ai feticisti della macchina da presa o a quelli delle assi polverose del palcoscenico. C’è un elemento rituale, che li differenzia, ma il nocciolo è lo stesso, ed è ovvero il ‘narrare’.“

Silvio Orlando aggiunge: “Paolo si è lanciato in questo progetto con una grande incoscienza e un forte entusiasmo. Un po’ nello spirito di quanto accadeva negli anni Settanta quando ci esibivamo nelle cantine con qualche soldo in più, ma con la stessa ricerca di coerenza artistica.”  Virzì non vuole fare polemica con la televisione commerciale “Semmai c’è da riflettere se l’immaginazione di una persona che mette in scena in questo modo il bilancio della propria vita è evidentemente influenzata dal modello televisivo dominante.” Il 12 e il 13 aprile Nexo Digital porterà, per la prima volta nella storia dello spettacolo italiano, Se non ci sono altre domande in centocinquanta sale in tutta Italia esclusa, ovviamente, Roma.

“Avevamo pensato anche al 3D, ma la peculiarità dello spettacolo che di per sé è già stereoscopico come messinscena ci ha fatto scegliere un’altra strada.” Spiega l’AD di Nexo, Franco di Sarro “E’ la prima volta che accade una cosa del genere nel nostro paese e noi siamo entusiasti di curare questo evento come un esperimento importante per il teatro e il cinema italiani.” Il prezzo del biglietto al cinema sarà di soli tredici Euro e l’evento non sarà replicato dopo le date previste “Volevamo concentrarci sull’aspetto Live e sull’eventizzazione cinematografica.”

Dice il produttore Fabrizio Donvito di Indiana, società che ha prodotto lo straordinario La prima cosa bella e che ha seguito Virzì in questo progetto pubblicando anche il testo dello spettacolo. Paolo Virzì non curerà la regia video dell’evento affidata a Dario Ceruti e dice “Mi sembrava così enorme lavorare ad uno spettacolo teatrale che era impossibile pensare ad un ulteriore coinvolgimento da parte mia. Speriamo che questo esperimento abbia fortuna, perché è un’operazione importante che offre la possibilità democratica che il teatro arrivi laddove non potrebbe altrimenti mai essere. Sarebbe bello se si riuscisse  così a creare una rete nuova per la diffusione della cultura teatrale in barba ai tagli del FUS e a tutte le difficoltà in cui versa il nostro settore.” E’ possibile che questo spettacolo diventi anche  il prossimo film di Paolo Virzì? Il regista è possibilista “Perché no?”. 

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA