questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

I prossimi progetti di Paola Cortellesi al cinema

Attualità, Personaggi

22/12/2013

Classe 1973, Paola Cortellesi è una delle artiste italiane più apprezzate del momento, poiché la sua bella presenza è arricchita da una straordinaria capacità di far sorridere ed intrattenere con una ironia colta e originale. Nata sul palcoscenico teatrale nel 1995, si è formata un’esperienza radiofonica con Enrico Vaime con Il programma lo fate voi, ma la notorietà è arrivata con la televisione grazie alla sua presenza nel programma Macao di Gianni Boncompagni e, in seguito, in La Posta del Cuore e Teatro 18 di Serena Dandini. Grande imitatrice e trasformista, la Cortellesi colleziona una serie di personaggi indimenticabili e irresistibili che diventano protagonisti di Mai dire Gol della Gialappa’s Band e di Mai Dire Grande Fratello. Tuttavia il suo talento e la sua spontaneità non riescono a rimanere racchiuse nel piccolo schermo e, dopo alcune esperienze di doppiaggio, nel 2000 l’attrice debutta al cinema con il film Amarsi può darsi di Alberto Taraglio con Claudia Gerini e Claudio Santamaria. Seguono Chiedimi se sono Felice con Aldo, Giovanni e Giacomo, Nessundorma di Mazzacurati, Passato Prossimo di Maria Sole Tognazzi, Tu la conosci Claudia? di Aldo, Giovanni e Giacomo e altri.

La Cortellesi dimostra di riuscire a mettere da parte la sua comicità se il film lo richiede, infatti i suoi ruoli sul grande schermo non sono esclusivamente legati alla commedia. E’ proprio questa sua versatilità che la pone accanto ad artisti di alto livello, capaci di esplorare la loro creatività a 360 gradi, per regalare le emozioni più diverse al pubblico fedele che li segue in ogni loro progetto. A breve la vedremo al cinema nel cast di Un Boss in Salotto, insieme a Rocco Papaleo, Luca Argentero, Angela Finocchiaro e Alessandro Besentini. Luca Miniero, regista del successo Benvenuti al Sud, il prossimo 1 Gennaio 2014, porta sul grande schermo la storia di Cristina, una ragazza del Sud trasferitasi nel Nord Italia, che si costruisce una vita e una famiglia tradizionale e serena, fino a quando suo fratello Ciro invade la sua casa per scontare gli arresti domiciliari in seguito ad un processo di camorra. Vi mostriamo di seguito una clip molto divertente del film.

Dopo Nessuno mi può Giudicare di Massimiliano Bruno, nel 2014 la Cortellesi torna a lavorare con Roul Bova, in un film diretto da Riccardo Milani. Il film si intitola Non è come pensi ed è una commedia sentimentale in cui una donna diventa un architetto affermato scappando però all’estero. Prodotto da Federica Lucisano e Rai Cinema, il film cerca di mettere in luce il problema della mancanza di lavoro in Italia, fattore predominante della crisi attuale. La crisi è al centro anche di Sotto una Buona Stella, il nuovo film di Carlo Verdone al cinema dal 14 febbraio 2014, in cui Paola Cortellesi recita insieme a Lorenzo Richelmy, Fausto Maria Sciarappa, Tea Falco e lo stesso Verdone. Quest’ultimo veste i panni di Federico Picchioni, un rocker molto ricco che in due giorni perde moglie e lavoro e si ritrova a convivere con i due figli e una nipotina di colore. L’uomo è costretto ad adattarsi ad una vita semplice e impegnativa, ricca di responsabilità, sullo sfondo di un mondo che cambia velocemente e che non è più quello di una volta, dove è nato e cresciuto. La Cortellesi è Luisa, la vicina di casa di Federico, una sorta di suo alter ego, della quale Verdone ha parlato in una recente intervista, affermando: “Lei è la vicina di casa, la mia alter ego. Va nell’appartamento che era sempre stato sfitto, fa continui lavori, rumori improvvisi al mattino presto. E finisco per prenderla di petto. Lei si mette una tale paura da fingere di essere la domestica rumena. In realtà è una risanatrice aziendale, una tagliatrice di teste, anche se è una persona buona che vive con sensi di colpa terrificanti. Aiuterà me, padre assente a ricompattare il rapporto con i figli”. Il suo lavoro è quello della risanatrice di aziende, ovvero una “tagliatrice di teste” e per questo è vittima di una serie di telefonate piene di insulti, ma il suo carattere è forte e positivo e regge bene la situazione. Le riprese si sono svolte per lo più a Cinecittà e, di seguito vi mostriamo una clip simpatica della Cortellesi sul set del film.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA