questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Palma d’Oro alla rivelazione romena Cristian Mungiu

28/05/2007

La giuria presieduta da Stephen Frears ha assegnato la Palma d'oro a 4 Months, 3 Weeks, 2 Days. Il gran premio della giuria va alla regista giapponese Naomi Kawase per Mogari no mori. Gli Usa invece portano a casa il premio speciale per il 60° anniversario, assegnato a Paranoid Park di Gus Van Sant, e il premio della regia al pittore americano Julian Schnabel per Le scaphandre et le papillon.

Non è mai stato tra i favoriti il film del rumeno Cristian Mungiu, 4 Months, 3 Weeks and 2 Days (che in Italia verrà distribuito dalla Lucky Red), suo secondo lungometraggio, e, invece, si è aggiudicato la Palma d'Oro della 60° edizione del Festival di Cannes. Secondo titolo ad essere proiettato tra i 22 in lizza quest'anno, il film dedicato all'aborto era piaciuto alla critica internazionale prima ancora di conquistare la giuria presieduta da Stephen Frears, che ha fatto così entrare il cineasta trentanovenne (scoperto nel 2002 alla Quinzaine des réalisateurs con Occident) e la Romania nella storia del Festival di Cannes. Completato dal premio Un Certain Regard assegnato ieri a California dreamin' di Cristian Nemescu, il trionfo della nuova generazione romena s'iscrive sulla linea della Caméra d'Or vinta l'anno scorso da A est di Bucarest e del premio UCR 2005 a La Mort de monsieur Lazarescu. Nel palmarès, l'Asia fa la sua parte con il Gran Premio vinto da Mogari No Mori della giapponese Naomi Kawase e il premio per la migliore interprete alla coreana Jeon Do-yeon per Secret Sunshine di Lee Chang-dong. I registi americani si sono invece distinti con due film prodotti dalla Francia, con il premio inedito per il 60mo anniversario a Gus Van Sant per Paranoid Park e quello alla regia a Julian Schnabel per Lo scafandro e la farfalla. Senza dimenticare il resto del mondo, con il premio per il miglior interprete al russo Konstantin Lavronenko per The Banishment di Andreï Zviaguintsev e il premio della giuria ex-aequo al messicano Carlos Reygadas per Silent Light.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA