questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Oscar 2014, i candidati come Miglior Attore

Attualità, Eventi, Personaggi

28/02/2014

Mancano solo due giorni all’attesissima Notte degli Oscar 2014 che si svolgerà il prossimo 2 Marzo, presso il celebre Dolby Theatre di Los Angeles a partire dalle 22.50 ora italiana. Quest’anno i candidati per il Premio Oscar come Miglior Attore sono molti attori di talento, alcuni si sono distinti nella loro carriera per interpretazioni emozionanti e coinvolgenti, altri stanno facendo i primi passi per far conoscere il proprio talento. 

Dopo aver vinto l’ambita statuetta nel 2011 per The Fighter, l’attore Christian Bale spera di fare il bis con lo stesso regista David O. Russell per il suo ruolo nel film American Hustle - L’apparenza Inganna. Egli interpreta Inving Rosenfield, un truffatore che si ritrova a collaborare con l’FBI per il piano Abscam, finalizzato a sventare la corruzione che ha coinvolto la maggior parte della politica e del governo negli anni ’70, nascosti dietro l’apparenza del perbenismo del Congresso Americano.  Sono passati invece diversi anni per Bruce Dern, che fu protagonista degli Oscar solo nel lontano 1979 con la nomination come Miglior Attore Non Protagonista per il suo ruolo nel film Tornando a Casa, diretto da Hal Ashby. Questa volta si ritrova a rincorrere la statuetta come Miglior Attore Protagonista grazie al film Nebraska di Alexander Payne, regista del precedente Paradiso Amaro con George Clooney. L’attore veste i panni di Alis Woody Grant, un aziano malato di Alzheimer che decide di intraprendere un lungo viaggio in compagnia del figlio, che lo porterà fino al Montana e al Nebraska, per incassare la quota di una vincita immaginaria. 

Alla sua prima nomination in assoluto invece è Chiwetel Ejiofor, di origini nigeriane, protagonista dell’ultimo film di Steve McQueen, 12 Anni Schiavo. Accanto a star come Michael Fassbender e Brad Pitt, il giovane Ejiofor si è fatto notare per la sua interpretazione di Solomon Northup, un nero nato libero che vive tranquillo con sua moglie e due figli nel Nord dello stato di New York, fino a quando viene rapito con l’inganno e trasformato in schiavo nel Sud del paese. Questo si può considerare il primo ruolo davvero importante per l’attore, che fino ad oggi ha ricoperto per lo più ruoli secondari, come lo scienziato di 2012, Love Actually e altri.

Il vero favorito secondo i vari pronostici intorno al mondo, tuttavia, sarebbe un’altra matricola degli Oscar, ovvero il biondo e aitante Matthew McConaughey che, per attirare l’attenzione dell’Academy, ha dovuto perdere più di venti chili per interpretare il personaggio realmente esistito di Ron Woodroof nel film Dallas Buyers Club, diretto da Jean- Marc Vallee. Accanto a Jared Leto, l’attore che abbiamo sempre visto in film leggeri, come commedie romantiche o storie d’azione e avventura, si è messo a dura prova vestendo i panni di un cowboy omofobo che si ammala di Aids negli anni ’80 e comincia a lottare contro la morte con tutte le sue forze e i suoi mezzi. Un ruolo impegnativo e commovente, che darà del filo da torcere soprattutto a Leonardo DiCaprio, l’ultimo candidato della categoria Miglior Attore, che prova per la quarta volta a portare a casa il premio Oscar. Infatti l’attore pupillo di Scorsese e l’indimenticabile Jack del Titanic ne ha fatta di strada, e l’Academy lo ha nominato ben due volte come Miglior Attore Non Protagonista per The Aviator e Buon Compleanno Mr.Grape e una volta come Miglior Attore Protagonista per Blood Diamond nel 2007. Ma la fortuna non è stata mai dalla sua parte fino in fondo, come una specie di piccola maledizione. Quest’anno una nuova opportunità gli viene proprio dal suo ultimo lavoro con Martin Scorsese, il chiacchierato e acclamato The Wolf of Wall Street che ha sbancato tutti i box office nel mondo per diverse settimane. 

DiCaprio porta sul grande schermo Jordan Belfort, un giovane agente di borsa che conquista Wall Street, fondando una società che agisce secondo la tecnica del pump and dump, accumulando milioni di dollari ai danni di piccoli investitori. In un panorama orgiastico, tra droga, sesso e un mare di denaro, l’attore si misura con un ruolo difficile, eccentrico, depravato e conflittuale, regalando una interpretazione degna di essere premiata. Quest’anno la gara è difficile, la competizione c’è, ma i candidati sono tutti estremamente talentuosi e hanno lasciato comunque un segno nella storia del cinema con queste loro ultime performance. Non ci resta che dire “vinca il migliore” e tifare.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA