questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Oscar 2014, chi sarà la Miglior Attrice Protagonista?

Attualità, Eventi, Personaggi

02/03/2014

La top five della categoria Miglior Attrice Protagonista degli Oscar 2014 comprende attrici di grande talento, tutte con una notevole esperienza e tante nomination alle spalle, ma soprattutto tutte in grado di reinventarsi e portare avanti la loro carriera con dei ruoli sempre diversi e affascinanti. La più giovane candidata di quest’anno è Amy Adams per il suo ruolo nell’ultimo film di David O. Russell, American Hustle - L'Apparenza Inganna, per il quale sono candidati anche i colleghi Christian Bale, Bradley Cooper e Jennifer Lawrence nelle diverse categorie.

L’attrice interpreta l’amante sensuale e ambiziosa del truffatore Irving Rosenfeld, con il quale porta a termine alcune truffe remunerative e affari illeciti, fino a quando non vengono scoperti dall’Fbi e sono costretti a collaborare per il piano Abscam, finalizzato a scoprire una rete di corruzione che coinvolgeva la politica e il Congresso Americano negli anni ’70. Dopo ben 5 nomination, la Adams sembra seguire un po’ la stessa sorte di DiCaprio che in tutti questi anni ha sempre visto consegnare l’ambita statuetta ad un altro collega della sua categoria. Chissà che quest’anno non tocchi a lei.

Una delle favorite sembra essere Cate Blanchett, protagonista quest’anno dell’applaudito Blue Jasmine di Woody Allen, nel quale interpreta una donna benestante che conduce una vita aristocratica tra lusso ed eleganza in seguito al suo matrimonio con un uomo d’affari che la corteggia a bordo piscina con un Martini e buona musica. Quando la relazione non va più come una volta, la donna consumata da psicofarmaci e alcolici, comincia la sua discesa verso il baratro e così vola a San Francisco dalla sorella Ginger, con la quale non ha un rapporto da diversi anni perché appartenente ad una classe sociale più ‘umile’ e ordinaria. Sono passati dieci anni dal suo Oscar come Miglior Attrice Non Protagonista nel 2004 con The Aviator, nonostante le sue sei nomination ricevute in totale nella sua carriera. 

Sandra Bullock invece ricorderà benissimo il suo Oscar di pochi anni fa, nel 2010, come Miglior Attrice Protagonista per il film The Blinde Side e chissà che la sua seconda nomination non sia anche un secondo premio vinto sempre nella stessa categoria. Quest’anno l’attrice è stata nominata per il suo ruolo in Gravity, il nuovo film di Alfonso Cuaron nel quale recita insieme a George Clooney, pur avendo lei in mano il film per gran parte delle scene. Interpreta la dottoressa Ryan Stone che si trova alle prese con la sua prima missione spaziale, mentre l’astronauta Matt Kovalsky è all’ultimo volo prima della pensione. Il loro semplice incarico di routine si trasforma in una catastrofe, quando lo shuttle viene distrutto e i due si ritrovano soli nell’assordante silenzio dell’Universo, che porta a galla paure, emozioni e segreti mai svelati. 

Infine come candidate ‘senior’ sono in lista Meryl Streep e Judi Dench, due icone del cinema che hanno dato prova più volte del loro straordinario talento come attrici, senza sbagliare praticamente mai la scelta del progetto del quale far parte. La Streep ha ricevuto ben 18 nomination nella sua carriera e ha vinto tre Premi Oscar sempre come Miglior Attrice Protagonista, per La Scelta di Sophie, Kramer vs Kramer e il più recente The Iron Lady, nel quale interpretava Margaret Thatcher. Quest’anno è candidata per il suo ruolo in I Segreti di Osage County di John Wells, film per il quale ha ricevuto una nomination anche Julia Roberts come Attrice non Protagonista. La Streep interpreta Violet, una donna dell’Oklahoma che rimane sola dopo la scomparsa del marito, e si ammala di cancro alla lingua. Costretta ad incontrare i numerosi figli con i relativi compagni, che credono di aiutarla a superare il difficile periodo, la donna si ritrova a vivere un dramma familiare turbolento e conflittuale.

La collega Judi Dench invece, dopo ben 6 nomination e un Oscar vinto come Miglior Attrice Non Protagonista per il suo ruolo in Shakespeare in Love, quest’anno spera di portare a casa la statuetta per l’emozionante e originale Philomena di Stephen  Frears, che racconta la vera storia di Philomena Lee. Una donna umile e generosa rimasta orfana da piccola, che, dopo cinquant’anni, incontra suo figlio, dato in adozione dalle suore del convento di Roscrea negli anni ’50 a sua insaputa. Quando il giornalista Martin Sixsmith si ritrova la sua storia tra le mani per puro caso, Philomena comincia la sua ricerca tra l’Inghilterra e l’America, per ricongiungersi a suo figlio Anthony

Come per il Miglior Attore, anche per questa categoria la battaglia è dura quest’anno, ma ormai mancano poche ore per scoprire il vincitore.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA