questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Niente può fermarci: Un’estate irripetibile

Conferenze stampa

10/06/2013

"I quattro protagonisti del mio film avevano bisogno di un motivo importante per fare quello che fanno: a venti, a trenta, a cento anni l'amore è sempre il motore fondamentale per cui le persone fanno quello che fanno." Così lo sceneggiatore e regista Luigi Cecinelli racconta l'idea alla base di Niente può fermarci, storia di quattro ragazzi, un’auto rubata, un viaggio – e un sogno – unico, che li porterà a vivere un’esperienza irripetibile. Il narcolettico Mattia (Guglielmo Amendola), l'internet-dipendente Augusto (Emanuele Propizio), l'ossessivo compulsivo Leonardo (Federico Costantini) e Guglielmo (Vincenzo Alfieri), affetto da sindrome di Tourette, si incontrano a Villa Angelika, dove hanno deciso di ricoverarsi per curare i loro disturbi.

Ma l’estate è lunga e si prospetta noiosa in clinica, così i quattro decidono di lasciarsi tutto alle spalle, rubare la macchina del direttore, e partire alla volta di Ibiza. Il loro viaggio on the road li porterà a vedere posti nuovi, conoscere Regina (Maria Chiara Augenti), una ragazza in fuga da una storia d’amore finita male, superare i propri limiti e scoprire nuove sensazioni. I genitori, sulle loro tracce, all’inizio molto preoccupati, si renderanno ben presto conto di quanto invece siano orgogliosi dei loro figli, unici nelle loro “stranezze”.

"Tutto è iniziato quando un mio amico che fa il volontario in una clinica specializzata per le malattie che raccontiamo nel film. E' da lì che è nata l'idea per questa commedia che è anche un confronto tra generazioni differenti: alla fine non c'è una vera e propria trasformazione o un cambiamento, ma tutti loro arriveranno ad accettarsi per ciò che sono meglio di quanto abbiano fatto in passato." continua Cecinelli che aggiunge "Il nostro è un film che vuole guardare oltre le diversità, e far capire che la persona che si ha davanti, che sia un figlio o un perfetto sconosciuto, sia sempre e comunque in grado di stupirti. Persone che pur avendo qualche problema, alla fine, si "organizzano" per affrontare e superare i propri limiti e vivere il più possiible felici." 

Luigi Cecinelli conclude "Mi sono ispirato a molti film on the road che ho visto, senza pensare in particolare a nessuno di loro. Certo una storia come quella di Superbad tradotto in italiano con Tre menti sopra il pelo, mi ha fatto molto ridere." 

Il film uscirà in 160 sale distirbuuito da 01 e ha un cast di tutto rispetto composto anche da Serena Autieri, Paolo Calabresi, Massimo Ghini, Gian Marco Tognazzi, Eva Riccobono. Lucia Ocone e la partecipazione straordinaria di Gerard Depardieu. 

Scritto da Marco Spagnoli
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA