questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Niente Bosnia per Angelina

Attualità

15/10/2010

L’autorizzazione di girare in Bosnia il suo primo lungometraggio da regista è stato annullato alla star di Hollywood, Angelina Jolie. La decisione è stata presa dal Ministro della Cultura della Federazione Croata-Musulmana, Gavrilo Grahovac.

L’attrice, voleva realizzare un film sulla storia d’amore di una coppia che si rincontra all’alba della  Guerra in Bosnia (1992-1995) e aveva ricevuto l’autorizzazione, il settembre scorso, per potere girare per un mese nel Paese. Ma, proprio oggi, il Ministro ha ripensato alla sua decisione dopo avere incontrato un gruppo di una associazione locale di donne musulmane violentante durante la guerra in Bosnia. In effetti, la stampa bosniaca ha assicurato recentemente che il film sarebbe stato proprio incentrato su una grande storia d’amore che nasceva tra una musulmana violentata e il suo carnefice, un serbo, durante la guerra fra le due etnie che ha devastato la Bosnia durante gli anni novanta.

A questo proposito Bakira Hasecic, Presidente dell’Associazione delle donne vittime di guerra di Sarajevo ha dichiarato all’agenzia francese AFT: “E’ una storia basata sulla menzogna. E a dimostrarlo ci sono le milioni di testimonianze delle donne violate durante la guerra. Non esiste un solo racconto che narri di una storia d’amore nata tra la persona che ha subito una tale crudelissima mostruosità e il suo aggressore”.

L’annullazione dell’autorizzazione di girare il film si può dunque ritenere una decisione presa a seguito dei reclami delle vittime della guerra che è durata dal 1992 al 1995.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA