questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Nicolas Cage

02/09/2003
L'irresistibile fascino degli imbroglioni al cinema non è una novità, se ne potrebbe discutere per ore. Dopo Soderbergh, David Mamet - solo per citare i casi più recenti- si è misurato con la categoria anche Ridley Scott. L'autore di Blade Runner ha ereditato il film, evento speciale del Festival, da Robert Zemeckis che ha rinunciato a girarlo perché impegnato su un altro set, mantenendo comunque il ruolo chiave di produttore esecutivo del film. Alla sceneggiatura c'è Ted Griffin, guarda caso l'autore di Ocean's Eleven, che prima di iniziare a scrivere pare si sia andato a rivedere Paparmoon: "per prenderne le distanze, sia chiaro". Infatti in scena c'è una coppia di truffatori, padre e figlia, che hanno il volto di Nicholas Cage e Alison Lohman. Nicholas Cage è sbarcato al Lido ieri e ne ha subito approfittato per presenziare, insieme all'amico Clooney e alla cuginetta Sophia Coppola ai bagordi locali, primo appuntamento fra tutti la festa per Bertolucci alla "Pagoda", il gruppo di star hollywoodiane ha ballato e bevuto fino a notte fonda. Ma questa mattina Cage, probabilmente molto abituato ai ritmi festaioli, era fresco come una rosa: "mi sono molto calmato dopo la nascita di mio figlio: ho smesso di fumare e quando sono in macchina allaccio sempre la cintura di sicurezza!". Il suo personaggio, Roy, sembra uscire anche lui dalla bizzarra famiglia di , quasi un terzo gemello, tanto è ossessivo compulsivo e pieno di stravaganti manie: chiude porte e finestre dieci volte, non sopporta le scarpe in casa, mangia solo tonno in scatola, direttamente dalla scatola per non sporcare i piatti. Detta così sembrerebbe una normale casalinga di Voghera, ma in realtà questo truffatore fallito con figlia quattordicenne a carico soffre di disturbi ossessivi gravi e Cage non ha voluto calcare la mano sul lato grottesco e comico del personaggio: "per rispetto a chi ne soffre davvero non l'ho voluta buttare in commedia, non ho mai dimenticato che si tratta di una malattia".
Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA