questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Giornate di Cinema: Nicola Maccanico, Direttore Generale Warner Bros Pictures, Italia

Attualità, Interviste, Trade

01/07/2011

Alla vigilia delle Giornate Professionali estive e all’indomani dell’annuncio dell’accordo di distribuzione nel nostro Paese del prodotto Sony da parte della Warner Bros, parliamo con il Direttore Generale della major, Nicola Maccanico, che preferisce rimandare a luglio i dettagli operativi dell’accordo.

“E’ un accordo che ci riempie d’orgoglio e responsabilità perché vogliamo e dobbiamo costruire un operatore di ancora più grandi dimensioni che sia in grado di fornire film importanti e possa strutturare un rapporto ancora più continuativo con l’esercizio. La nostra sfida è quella di mantenere la stessa qualità distributiva pur avendo una maggiore quantità di film. Però spiegheremo come e cosa vogliamo fare solo dopo il primo luglio, visto che da quella data i titoli Sony entrano a far parte del nostro listino.”

  

Ci può anticipare il listino della Warner a partire dall’estate, ed a cominciare ovviamente dal film più atteso: Harry Potter e i Doni della Morte Parte 2?

L’uscita del 13 luglio, due giorni in anticipo rispetto agli Usa e alla Gran Bretagna, è perfettamente in linea con il successo dei capitoli precedenti. Questo è l’episodio finale, la conclusione tipica della saga più importante della storia del cinema. Quello che posso aggiungere è che il film non deluderà i suoi fan: è la degna conclusione di un percorso cinematografico unico e irripetibile.

Il 19 agosto avremo Horrible Bosses, che noi abbiamo intitolato Come ammazzare il proprio capo e vivere felici. Già il titolo fa capire che siamo di fronte ad una commedia americana intelligente e divertente. Il 31 agosto poi avremo il blockbuster in 3D Green Lantern che ha aperto decisamente molto bene negli Stati uniti. È la prima concretizzazione dell’accordo con DC Comics che ha l’obiettivo di generare nuovi supereroi da trasferire al cinema. Un accordo strategico che accanto alla rirpoposizione di alcuni eroi “storici” come ad esempio Superman e Barman, vuole anche portare nuovi personaggi all’attenzione del grande pubblico. Lanterna Verde ha tutto per avere successo anche in Italia, con uno splendido protagonista Ryan Reynolds, una storia piena d’azione, un ottimo 3D. In Italia arriverà in chiusura delle uscite internazionali e siamo convinti di avere una buona data per ottenere un grande successo. Avremo a seguire Crazy, Stupid Love, una commedia romantica e divertente con un cast eccellente, a partire da Steve Carell, Kevin Bacon, Emma Stone e il nuovo idolo delle teenagers Ryan Gosling. Il 23 settembre siamo orgogliosi di presentare il nuovo film di Pedro Almodovar, La piel que habito. Abbiamo un rapporto consolidato con il grande regista spagnolo, che questa volta si cimenta nel thriller, con uno straordinario Antonio Banderas, freddo come il ghiaccio. Il film è stato accolto con grande entusiasmo al Festival di Cannes, e ci aspettiamo di ottenre u grande risultato. Poi avremo Final Destination 5 3D: grandequalità di 3D e creatività al massimo nell’inventarsi diversi modi per arrivare all’appuntamento con la morte. Per gli amanti del genere sarà puro divertimento. Poi avremo Contagion, il ritorno dietro la macchina da presa del regista premio Oscar Steven Soderbergh, con un cast all star da Matt Damon, Jude Law, Gwyneth Paltrow, Marion Cotillard, Kate Winslet, Laurence Fishburne. Una storia costruita in maniera molto intelligente, con al centro un virus letale che si diffonde in tutto il mondo, quindi tema attuale, che potrà accendere ulteriormente l’interesse sul film.

 

Rumour danno questo film papabile per Venezia.

Ogni volta che Soderbergh fa un film, l’associazione con i festival e con Venezia in particolare, a cui il regista è particolarmente legato, viene abbastanza naturale. Ma finchè non verrà presentato il cartellone della Mostra, sono solo dei rumour.

 

Ci saranno anche dei titoli italiani?

Ad oggi possiamo dare due titoli, anche se stiamo lavorando su un altro. Il primo è un film che distribuiremo a partire dal 28 ottobre, La peggior settimana della mia vita, una commedia brillante diretta dall’esordiente Alessandro Genovesi, sceneggiatore di Happy Family di Salvatores, con Fabio De Luigi nel ruolo del protagonista affiancato da Cristiana Capotondi, Alessandro Siani, oltre a Monica Guerritore e Antonio Catania. Un fim corale che racconta le disavventure di un uomo che si avvicina a quello che dovrebbe essere il momento più bello della sua vita: il matrimonio. Un percorso di avvicinamento che si rivelerà pieno di ostacoli e di contrattempi. L’altro flm che proprio ieri ha iniziato il suo percorso produttivo è Ti stimo fratello, esordio al cinema di uno straordinario personaggio televisivo che è Jonny Groove, il giovane ingenuo discotecaro, cui dà vita Giovanni Vernia. È un progetto in cui crediamo molto. La contaminazione tra cinema e televisione ha già dato grandi risultati sul mercato, vedi il fenomeno Checco Zalone, e pensiamo che Giovanni Vernia abbia tutte le carte in regola per ottenere anche al cinema il successo già avuto, non solo in tv con Zelig, ma anche in giro per i teatri italiani.

 

Le proposte di fine anno?

A novembre tornano in 3D i celebri pinguni di Happy Feet 2, dopo l’Oscar vinto dal primo capitolo. Un nuovo episodio pieno di musica ma anche di commedia destinato a superare il risultato internazionale del primo film. Poi saremo presenti, con le massime ambizioni, nella competizione natalizia con Sherlock Holmes 2, che dopo lo straordinario successo del rpimo episodio torna sempre nel “corridoio” delle feste. In Italia ha avuto un  di gran lunga superiore rispetto agli altri mercati, e crediamo che lo possa confermare non solo per la popolarità che il personaggio gode nel nostro Paese, ma anche per la tipologia di film che crediamo si sposi perfettamente con il pubblico natalizio. Il 28 Dicembre poi saremo i sala con New Year’s Eve, la commedia corale di Garry Marshall che dopo aver celebrato la giornata di San Valentino racconta la notte di fine anno, anche qui con un cast di primissimo piano, tra cui Robert De Niro, Zac Efron, Lea Michele, Ashton Kutcher, Jessica Biel.

 

Poi ci sono i titoli della Sony.

A tutto questo dobbiamo aggiungere, e ne siamo particolarmente orgogliosi, dal primo luglio, il listino Sony. Da fine agosto avremo Bad Teacher il film con la cattiva maestra Cameron Diaz e Justin Timberlake che, uscito negli Stati uniti e in Inghilterra sta ottenendo buoni risultati. Poi a metà settembre avremo i Puffi 3D, personaggi amatissimi da numerose generazioni che arrivano al cinema con un film molto divertente di puro entertainment, un ottimo 3D che sarà in grado di conquistare sicuramente i bambini ma che non farà annoiare i genitori che li accompagnano, considerando anche il valore storico del banchise. Poi il 16 ottobre avremo una commedia romantica con Mila Kunis e Justin Timberlake: Friends with benefits che si chiamerà Amici di letto. Una commedia divertente e contemporanea, che muve da un presupposto fondamentale, cioè che esista l’amicizia tra uomo e donna, con l’idea, che sta al centro del film, che possa essere rafforzata se i due “amici” decidono di avere anche rapporti fisici tra di loro. Il 28 ottobre presenteremo Le avventure di Tin Tin, un film diretto da Steven Spielberg e prodotto da Peter Jackson. Posso solo aggiungere che è un film di animazione realizzato con il performance capture, questa nuova tecnologia che rappresenta l’evoluzione del motion capture e che dà ancora più espressività all’animazione, avvicinandola moltissimo al live action. Il personaggio di Tin Tin ha affascinato intere generazioni di bambini, e crediamo che con il rilancio cinematografico di queste proporzioni, il numero degli appassionati di Tin Tin è destinato a crescere esponenzialmente.

A novembre abbiamo due titoli molto interessanti: il primo è Anonymous di Roland Emmerich che per la prima volta si cimenta in un genere totalmente differente rispetto ai suoi kolossal apocalittici: un thriller in costume incentrato sull’identità di Shakespeare. Sollevando più di qualche dubbio sulla storia ufficiale che tutti conosciamo.

Poi abbiamo Moneyball, un film con Brad Pitt che parla di baseball e di sport, un film di qualità con un Pitt ormai in grado sia di attrarre il pubblico più largo del cinema commerciale sia di convincere un pubblico più sofisticato, come ha dimostrato con The tree of life. A Natale poi ci sarà Arthur Christmas 3D un film d’animazione sul figlio di babbo Natale che ci dimostrerà che fare il padre non è semplice soprattutto per uno che si chiama Babbo Natale.

 

Qualche anticipazione per il 2012?

Avremo un gennaio subito importante con J. Edgar di Clint Eastwood con Leonardo Di Caprio, e The girl with the Dragon Tattoo, che in Italia si chiamerà Millennium – Uomini che odiano le donne, di David Fincher. La trasposizione cinematografica di Hollywood del grande successo editoriale di Larsson, firmata da uno dei maggiori registi viventi. Ma più di questo non direi perché nel 2012, che sarà un anno per noi potenzialmente straordinario, ne parleremo alle Giornate di Sorrento.

 

A Riccione quindi parlerete solo del 2011?

La logica per noi è molto chiara. Ci sono due momenti annuali: dicembre, le Giornate professionali di Sorrento in cui viene presentato l’anno che sta per cominciare, e le Giornate Estive che servono invece per dare un update e per finire di presentare l’anno in corso. In questo modo si può andare un po’ più nel dettaglio, trasferendo al mondo dell’esercizio maggiore conoscenza di quello che gli vogliamo proporre. Anche perché credo che sia giusto far vedere cose più che parlarne, perché anche l’esercizio possa formarsi la propria opinione.

 

A proposito di esercizio, come valuta la concentrazione dei due grandi circuiti?

Ritengo che sia una normale evoluzione del mercato, che si è già sviluppata in altri Paesi e che in Italia sta arrivando oggi. Come tutte le evoluzioni di mercato ci sono degli aspetti positivi, perché il consolidamento di una parte dell’esercizio può esemplificare alcuni rapporti e contribuire al miglioramento complessivo delle sale. Da un altro punto di vista il consolidamento, rafforzando le posizioni di alcuni circuiti, può generare qualche complessità in più nelle trattative. Però, tengo a sottolinearlo, è un’evoluzione normale del mercato con cui bisogna confrontarsi. Non è né positiva né negativa, per renderla positiva c’è bisogno di grande senso di responsabilità da parte di tutti. La cosa fondamentale è tenere al centro il prodotto, sia nella programmazione che nella fruizione.

 

Non è facile conciliare le posizioni di realtà molto diverse?

Da una parte ci sono due circuiti che fanno massa critiche e che vanno a coprire essenzialmente il 40% del mercato, ma tra di loro ed il resto del mercato c’è una differenza troppo grande. Questa è la cosa che prospetticamente può generare qualche problema e che noi distributori viviamo con una certa preoccupazione. Un esercizio che non riesce a trovare la sua sintesi nelle sue associazioni diventa anche un interlocutore meno rappresentativo e quindi potrebbero on essere affrontati una serie di grandi temi che meriterebbero un approccio condiviso da parte della distribuzione tutta e dell’esercizio tutto, perché manca una rappresentanza condivisa. Per questo credo sia urgente u rilancio dell’associazione all’interno dell’esercizio cinematografico.

 

Questa situazione condiziona anche il dibattito sulle window?

Il mondo dell’Home Entertainment vive un momento di difficoltà, quindi quello che si può fare senza danneggiare nessuno, credo che andrebbe fatto. Viviamo momenti diversi dello sfruttamento della filiera, ma funzioniamo simmetricamente, e più ricavi ci sono, più produzioni ci potranno essere. A mio modo di vedere dovremmo avere un approccio più flessibile. Proprio per questo guardavo con fiducia all’ipotesi di una discussione continuativa tra distribuzione ed esercizio su questo tema, ma la mancanza di rappresentanza del mondo dell’esercizio ha imposto uno stop., e questa è la prima dimostrazione di come le associazioni rappresentative sono fondamentali per trovare soluzioni condivise sulle sfide che ci aspettano.

Listino (tentative) Warner Bros.


- Harry Potter e i Doni della Morte Parte 2, 13 luglio

- Come ammazzare il proprio capo e vivere felici, 19 agosto

- Green Lantern, 31 agosto

- Crazy, Stupid Love, 16 settembre

- La piel que habito, 23 settembre

- Final Destination 5 3D, 7 ottobre

- La peggior settimana della mia vita, 28 ottobre

- Contagion, 4 novembre

- Happy Feet 2, 25 novembre

- Sherlock Holmes 2, 16 dicembre

- New Year’s Eve, 28 dicembre

- J. Edgar, 4 gennaio 2012

 

Listino (Tentative) Sony Pictures

- Bad Teacher, 2 settembre

- I Puffi 3D, 16 settembre

- Amici di letto, 16 ottobre

- Le avventure di Tin Tin, 28 ottobre

- Moneyball, 11 novembre

- Anonymous, 18 novembre

- Arthur Christmas 3D, 23 dicembre

- Millennium – Uomini che odiano le donne, 27 gennaio 2012


 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA