questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Need for Speed, cosa ne pensa il mondo

Attualità

12/03/2014

Sulla scia di Fast and Furious, il 13 Marzo arriva al cinema Need For Speed, il film diretto da Scott Waugh che porta sul grande schermo il celebre videogioco omonimo del 1994, che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo. Aaron Paul, volto della famosa serie tv Breaking Bad, interpreta Tobey Marshall, un meccanico onesto che gestisce l’officina di famiglia e partecipa ad alcune corse clandestine nel tempo libero, facendosi notare per il suo talento al volante. Un giorno viene incastrato per un crimine che non ha commesso e la vendetta diventa il suo obiettivo primario, tra inseguimenti mozzafiato, acrobazie pericolose e muscle car da milioni di dollari.

Facilmente si potrebbe liquidare questo film come il gemello di Fast and Furious, ma in realtà, Need For Speed, seppur ambientato tra corse automobilistiche, belle donne e sfide per l’onore e i soldi sul bruciante asfalto, non inciampa tanto nel plagio dei film precedenti, quanto nella  sceneggiatura banale e poco attenta di John e George Gatins. “Dopo uno scricchiolante inizio che cade nel cliché, Need for Speed ​​raccoglie qualcosa. Lo script è piuttosto banale, e le scene di inseguimento sono abbastanza spettacolari” scrive il Time Out London, confermando questo punto debole del film. La stampa internazionale non sembra rimasta particolarmente colpita dall’adattamento cinematografico del videogioco di successo.

The Hollywood Reporter, per esempio, afferma: “Need For Speed ​​è un film piatto, che sembra non capire perché le persone amano sedersi al posto di guida e far girare quel grosso motore. E’ per quel rombo trasgressivo nelle orecchie” e Total Film aggiunge che “Le vetture sono calde, l’azione è decente, ma i personaggi e la trama hanno bisogno di una seria messa a punto”. Non mancano nel film scene d’azione coinvolgenti che creano il ritmo calzante e dinamico della storia, e il cast convince, soprattutto con la partecipazione di Aaron Paul nei panni del protagonista, come sottolinea Variety. “Paul interpreta un ruolo in cui c'è qualcosa del giovane James Cagney, e lui è di gran lunga la migliore cosa di questo film di Need for Speed”. Prendendo un campione delle riviste straniere più autorevoli, non appare mai il confronto con i film precedenti dello stesso genere, ma quello che convince poco la critica internazionale è la poca originalità della storia, che non ha colpi di scena o trovate particolari. Need For Speed è un buon film di intrattenimento, con un cast buono e azione e adrenalina come componenti principali, ma manca quella scintilla che lo porta ad un livello superiore.

Anche rispetto ad altri film commerciali con una Ford Mustang, Need for Speed ​​non è particolarmente memorabile per altro che l'incompetenza sorprendente e la lucentezza opaca del risultato finale” scrive Slant Magazine, mentre Village Voice avanza un’ipotesi più particolare: “Il film di Scott Waugh ha molteplici personalità. E’ la Sibilla delle corse su strada, con una sceneggiatura che non si sente tanto”. Il film di Scott Waugh arriva al cinema in un momento di transizione verso il nuovo capitolo di Fast and Furious, messo più volte in discussione a causa della prematura scomparsa di Paul Walker, ma per un paio di ore di divertimento e velocità, ve lo consigliamo vivamente. Il punto forte di Need For Speed è l'avventura on the road, attraversando l'America a bordo di una macchina irresistibile capace di tutto, come il suo pilota. Il carisma e l'adrenalina non hanno nulla da invidiare agli antenati e, nel complesso, è un film 'spassoso', da gustare con gli amici o in famiglia.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA