questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Napolitano: “La cultura aiuti l’Italia a riguadagnare fiducia”

Attualità

09/11/2011

Accolto come una rockstar il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha presenziato alla cerimonia dei premi De Sica 2011 nonostante la situazione delicata del paese. "Abbiamo voluto porre l'accento sull'italianita' dei premiati in occasione dei centocinquanta anni dell'unità d'Italia. Una data che lei ha saputo promuovere nei nostri cuori e che ha visto aderirvi tutti i settori dello spettacolo." ha detto il presidente del premio Gian Luigi Rondi presentando i premiati al Capo dello Stato tra cui figurano i nomi del regista e cantautore Franco Battiato, gli attori Enrico Brignano, Lando Buzzanca, Massimo Ghini, Leo Gullotta, Neri Marcore', Luca Medici in arte Checco Zalone, il musicista Nicola Piovani e il produttore Pietro Valsecchi.

"Non so quanto tempo restero' in carica. Poco mi pare di capire." Ha esordito con tono scherzoso il Ministro dei Beni Culturali Galan che ha auspicato l'aumento dei fondi per lo spettacolo allo scopo di una migliore pianificazione per un settore strategico per l'industria del nostro paese "La diffusione della cultura serve non solo alla promozione della nostra nazione", aggiunge Galan che rivendica inoltre di avere ridato dignità all'intero settore. "Ma alla formazione della coscienza del nostro Paese”.

Il Presidente della Repubblica ha detto "se in ore difficili e delicate come queste non ho nemmeno pensato a rinviare o ad annullare la mia partecipazione e' soprattutto per la mia convinzione del ruolo essenziale che l'Italia delle arti, dello spettacolo, del teatro e più in generale della cultura e' chiamata a dare sempre, e ancora di più' nella fase che il Paese sta attraversando." spiega Giorgio Napolitano. "All'Italia tocca dare un apporto maggiore che non si è visto negli ultimi tempi al necessario rinnovamento e balzo in avanti nel sistema di integrazione europea." Citando le parole dell'attore Massimo Popolizio che lo aveva salutato a nome degli attori del Festival del Teatro di Napoli,  il presidente pone l'accento su temi come rigore e qualita', concludendo "operando ciascuno di voi nel proprio campo con talento e creatività e facendo la vostra parte di cittadini consapevoli aiuterete l'Italia a riguadagnare la fiducia che merita e la solidarietà che le occorre."

Scritto da Marco Spagnoli
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA