questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Muller addio amaro al Festival di Roma

Attualità, Personaggi

27/10/2014

Addio un pò amaro, quello di Marco Muller da Direttore artistico del Festival internazionale del film di Roma, che ha annunciato durante la conferenza stampa di chiusura di ritenere conclusa la sua esperienza, al termine del suo mandato triennale che scade a fine anno. Lascia la rassegna romana, da sempre sballottata dai venti nefasti della politica, con un dato pessimo per quanto riguarda la partecipazione del pubblico 80mila biglietti ( + 24mila della sezione autonoma Alice) contro 130mila del 2013. Un dato ancora più negativo nell’anno in cui Muller ha cercato di riportare la kermesse al suo spirito originario, ovvero la ‘Festa’ popolare di veltroniana memoria. Staccandola dalla logica cinefila del cinema d’autore ad oltranza, similvenezia per intenderci, per dare spazio, coraggiosamente, alla commedia italiana mainstream e ad altre manifestazioni - vedi Guardiani della galassia o Spandau Ballet - che difficilmente sarebbero entrate in un festival di cinema d’autore. Ed infine, dopo aver eliminato le Giurie internazionali, conferendo al pubblico l’onere e l’onore di attribuire i Premi del Festival. Gli va quindi tributato l’onore delle armi, perché, un pò come aveva fatto all’epoca della sua nomina a Direttore della Mostra di Venezia, ha sicuramente trasformato il Festival, ed è un peccato che il pubblico non l’abbia recepito come avrebbe meritato. Adesso staremo a vedere cosa ci aspetta per il futuro, soprattutto dopo che il Mibac ha deciso di scendere in campo per diventare, secondo le prime indiscrezioni, l’azionista di maggioranza della rassegna romana. Quindi con ogni evidenza sarà il Ministero, con la regione Lazio (il sindaco di Roma Ignazio Marino ha problemi molto più seri da affrontare) a decidere quale sarà il suo successore. Vincerà la festa o la controriforma? Staremo a vedere. Di certo il mondo del cinema, Anica & Co. non dovrebbero stare solo alla finestra.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA