questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Intervista a Richard Borg - Amministratore Delegato Universal Pictures Italia

Trade

24/11/2011

Missione Possibile: la conquista del Box Office

“Non poteva iniziare meglio di così.” Richard Borg, Amministratore Delegato
di Universal Pictures che in Italia distribuisce anche i film DreamWorks Animation e Paramount è entusiasta di Mission Impossible 4: Protocollo Fantasma in cui il regista Brad Bird riprende la franchise di cui Tom Cruise torna ad essere uno straordinario protagonista “E’ un grande ritorno per Cruise e il film è importantissimo oltreché altamente spettacolare.”

Come prosegue il vostro listino?
Un titolo in cui crediamo molto è Safe House che ha per protagonista un eccezionale Denzel Washington in un film d’azione molto interessante: interpreta un agente della CIA che finisce in un intrigo pericolosissimo in Sudafrica. E’ un film molto forte e teso e prende il titolo dagli appartamenti e case utilizzati per i programmi di protezione testimoni e per gli interrogatori. A seguire Big Miracle storia di una studentessa che scopre la storia di tre balene incastrate sotto l’antartico. Una corsa contro il tempo con il coinvolgimento dei media per salvare i cetacei. A Pasqua uscirà il nuovo titolo realizzato dai creatori di Cattivissimo Me: The Lorax un film d’animazione ecologista e molto divertente realizzato in uno splendido 3D. I temi sono molto interessanti ed è una produzione decisamente riuscita. Quasi in contemporanea arriva sugli schermi American Pie: Reunion che promette di essere altamente esilarante.
Abbiamo visto venti minuti talmente divertenti che ci hanno immediatamente convinto sulla bontà dell’ìdea di riproporre una franchise del genere a distanza di qualche anno. Il cast è lo stesso e la storia è stata adattata alla nuova età dei protagonisti. Il 20 aprile uscirà il nostro blockbuster principale: Battleship è una produzione enorme paragonabile a Indepedence Day. La storia è quella di un gruppo di alieni che vogliono invadere il mondo e che intendono farlo tramite operazioni navali. E’ un titolo altamente spettacolare che precede il ritorno di Sacha Baron Cohen ne Il Dittatore una sorta di macchietta di Saddam Hussein. A metà maggio un action movie con Mark Wahlberg intitolato Contraband: la storia è quella di un ex contrabbandiere costretto a tornare all’antico lavoro per salvare la sua famiglia.


Quali le proposte per l’estate?
Ai primi di giugno arriverà il titolo che crediamo costituirà la maggiore sorpresa: Biancaneve e il Cacciatore con Kristin Stewart e Charlize Theron. Una rivisitazione spettacolare della fiaba dei fratelli Grimm in una chiave molto moderna ed destramente interessante. Un film molto interessante che unisce azione, fantasy e grande divertimento in virtù del fatto che gli otto nani sono interpretati da un cast di attori inglesi fantastici. Le aspettative nei confronti di questo titolo sono enormi.
Il 17 agosto esce GI Joe 2 e, il 24 agosto, sarà nelle sale Madagascar 3.


Quali le anticipazioni?
The Bourne Legacy, il secondo film dagli autori di Coraline che si chiamerà Paranorman, il nuovo film di Oliver Stone intitolato Le belve tratto dal romanzo di John Winslow. 47 Ronin un titolo d’azione medievale con Keanu Reeves ambientato in Giappone e a Natale il nuovo film DreamWorks Rise of the Guardians. Presto annunceremo anche le nostre nuove produzioni italiane.


Come guarda al mercato di quest’anno?
Abbiamo iniziato a sentire fortemente la crisi. In più alcuni titoli, in particolare italiani, si sono intestarditi ad uscire in momenti dell’anno in cui la sovrapposizione delle offerte ha danneggiato la tenitura e, dunque, il risultato finale. E’ stato un vero peccato dimenticare altri momenti dell’anno molto più favorevoli e meno trafficati come maggio, giugno, luglio. Il mercato è cambiato e sarebbe opportuno guardare in maniera diversa a periodi dell’anno dove si presentano grandi possibilità per tutti. Sono scelte che vanno a discapito del singolo prodotto e del mercato.


Come guarda al 3D?
Checché ne dica qualcuno si tratta di un’innovazione tecnologica che ha portato tantissima gente al cinema e continuerà a farlo. A patto, bene inteso, che la qualità del 3D sia a livelli elevatissimi, perché la gente non si può prendere in giro. Il 3D rimarrà un punto di grande interesse per il pubblico.


Parliamo del digitale?
E’ un passaggio ineluttabile: in associazione stiamo valutando se dare ulteriori agevolazioni all’esercizio nell’ambito, ovviamente, della logica delle cose. C’è stato un certo rallentamento, ma siamo fiduciosi che presto questa fase di transizione si concluderà, anche perché il costo della pellicola si sta già alzando in maniera significativa per cui arriverà un momento in cui i distributori potrebbero essere costretti a chiedere all’esercizio un contributo per la copia in pellicola. Non accadrà prima di un paio d’anni e quando avverrà per noi sarà decisamente insostenibile stampare poche copie in pellicola.

Scritto da luca
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA