questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Milano Film Festival - I Vincitori

Attualità

16/09/2013

Si è conclusa ieri sera la diciottesima edizione della kermesse milanese iniziata il 5 Settembre ospitata nella Sala Grande del Teatro
Strehler. La Giuria del 18° Milano Film Festival, composta da Davy Chou (regista e produttore, Francia), Anna Henckel-Donnersmarck (programmer Berlinale, Germania), Cosimo Terlizzi (regista, Italia),
assegna i premi:

Concorso Lungometraggi


Miglior Film: LES RENCONTRES DʼAPRÈS MINUIT di Yann Gonzalez / Francia / 2013 / 92ʼ La fiction ha il potere di trasportarci in luoghi mai visti, a noi ignoti, luoghi che non potremmo nemmeno immaginare. Ma gli artisti sono qui per immaginare questi luoghi per noi. Nella sua pellicola "Les Rencontres d'après minuit", Yann Gonzalez ci porta in un luogo lontano dalla nostra vita quotidiana, con tramonti di cartone, notti americane e cimiteri costruiti in studio. Ciò che sembra iniziare come un incontro segreto per un'orgia si trasforma in una visione utopica di una potenziale famiglia.

Menzione Speciale:
MIRAGE A  LʼITALIENNE di Alessandra Celesia / Francia / 2013 / 90ʼ Alessandra Celesia usa la realtà come materiale per raccontare una storia su cinque personaggi colti in un momento difficile: la ricerca di un lavoro, la voglia di sconfiggere i propri demoni, l'essere accettati per come si è e il desiderio di superare la propria tristezza.

Concorso Cortometraggi

Miglior Film: PEQUEÑO BLOQUE DE CEMENTO CON PELO ALBOROTADO CONTENIENDO EL MAR di Jorge Lopez Navarrete / Spagna / 2013 / HD / 16ʼ Per l'originale riuso del simbolico legato all'esistenza delle bestie (umane), intorno a cui si muove l'immobile panorama del mondo, vissuto o sognato, impresso in una fotografia livida ed estremamente poetica, in totale magnifica assenza di parole: regno di pure, vibranti immagini.

Menzione Speciale: CHIGGER ALE (HERE COME THE PROBLEMS) di Fanta Ananas / Etiopia, Spagna / 2013 / HD / 11ʼ Per l'ironica, divertita e fantasiosa costruzione di uno spazio-tempo puramente cinematografico eppure non privo di puntuali riferimenti alla Storia (rimodulata nel pastiche) e al reale.


Premio Aprile (attribuito dal comitato di selezione al film che meglio rappresenta lo spirito del festival)

Miglior Film: MIRAGE A  LʼITALIENNE di Alessandra Celesia / Francia / 2013 / 90ʼ Un'opera che cattura l'Italia attuale con il coraggio di andare oltre le meste constatazioni di una crisi sempre più stringente; da un'autrice che si immerge nel reale con garbo e delicatezza, sicurezza e attenzione alle vicende umane. Una scoperta bellissima di questo Milano Film Festival.
Menzione Speciale: PERISTALSI di Enrico Iannaccone / Italia / 2013 / HD / 16ʼ Un autore che a soli 23 anni e con due cortometraggi all'attivo già rivela un'irrequietezza benefica nei confronti dell'immagine, per un film disturbante e imprevedibile, che segna le nuove orme di un percorso cinematografico che vogliamo seguire senza riserve.


Premio del Pubblico – Lungometraggio


GRZELI NATELI DGEEBI (IN BLOOM) di Nana Ekvtimishvili, Simon Groß / Georgia, Germania, Francia / 2013 / 102ʼ Premio del Pubblico – Cortometraggio NYUSZI ÉS ÖZ (RABBIT AND DEER) di Peter Vácz / Ungheria / 2013 / HD / 16ʼ

Scritto da Sonia Serafini
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA