questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Michelle Obama convinta dai Weinstein

Attualità, Personaggi

25/02/2013

L'idea di far annunciare l'Oscar più importante a Michelle Obama è partita da Lily Weinstein, figlia del grande Harvey, che ha prima convinto il padre e successivamente ha proposta l'idea ai produttori della cerimonia degli Oscar, che hanno immediatamente aderito al progetto. Poi è arrivata quella che sembrava la parte più difficile, ovvero contattare e convincere la first lady. Cosa che si è rivelata molto più semplice del previsto: "Mi sembra un'ottima idea - ha risposto così Michelle Obama - Noi vediamo molti film alla Casa Bianca e siamo appassionati di cinema da sempre." Sembra che non ci abbia pensato molto Michelle Obama per decidere favorevolmente, e rivoluzionare la storia degli Oscar, portandoli nientemeno che alla Casa Bianca. Certamente sono molti i fattori che hanno pesato sulla decisione, a cominciare dall'importanza sia nella bilancia commerciale che in quella culturale dell'industria del cinema americano, e inoltre alla presenza tra i titoli concorrenti di film molto amati dallo stesso Presidente, come ad esempio Re della terra selvaggia, Lincoln e Flight. Che per una strana coincidenza non sono stati premiati. Pare infatti che lo staff della first lady abbia puntato molto anche sull'eventualità di premiare un film 'importante' come Lincoln che racconta la storia del Presidente che ha abolito la schiavitù. La notizia del coinvolgimento di Michelle Obama nella consegna degli Oscar è stata tenuta top secret fino all'ultimo. Solo i producers della serata ne erano a conoscenza, oltre a Jack Nicholson, che all'ultimo momento è stato avvertito visto che è toccato a lui annunciare dal Dolby Theatre di Los Angeles il collegamento con la Casa Bianca. Un ennesimo segnale di grande attenzione nei confronti del cinema che ha dell'incredinìbile da questa parte dell'oceano, dove per il cinema e per la cultura non solo o stato non mette una lira, ma nemmeno la faccia.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA