questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Michael Moore: “Ecco perché Trump sarà il prossimo Presidente”

Attualità

25/07/2016

Il regista Michael Moore ne è certo, come lo era un anno fa quando disse che Trump avrebbe vinto le primarie repubblicane: "Quella miseria umana di Trump, quell'ignarante e pericoloso clown sociopatico andrà alla Casa Bianca". "Molti americani non vogliono crederci, dicono che è impossibile che possa accadere, che gli elettori non saranno così stupidi, che vincerà la Clinton, la prima donna candidata presidente che continuerà il lavoro di Obama, e invece no, vorrei essere smentito, ma il tycoon sarà il prossimo Presidente degli Stati Uniti d'America". Ha continuato il regista: "Il 77% degli elettori sono donne, persone di colore, giovani sotto i 35 anni e non possono votare Trump. Le persone non stanno andando a votare per un buffone o contro i propri interessi. Questi sono i pensieri che affollano la mente di molti di noi. E' anche ovvio che dobbiamo sperare per il meglio, perché francamente, la vita è già un merda così per pensare che possa andare anche peggio. Non possiamo gestire troppe cattive notizie".

"E invece sta accadendo davvero. E se credete che Hillary Clinton sta per battere Trump con l'intelligenza e la logica , allora non avete capito nulla degli americani. Non fraintendetemi. Ho grande speranza per il paese in cui vivo. Le cose vanno meglio di anni fa. La sinistra ha vinto le guerre culturali. Gay e lesbiche possono sposarsi. Basta pensare a Sanders, il socialista che ha vinto in parecchi stati quest'anno". Chi vive in quartieri poveri, neri o ispanici, non ha molto tempo per andare a votare e mettersi in fila. Bisogna essere molto ispirati per farlo. E qui sta il problema per novembre: chi ha gli elettori più ispirati? Chi è il candidato con i sostenitori più accaniti? Fan impazziti che dalle 5 del mattino si metteranno in coda il giorno delle elezioni?

Ecco i 5 motivi per cui Trump secondo Michael Moore sta per vincere:

Primo motivo. Trump vincerà negli stati dei Grandi Laghi - Michigan, Ohio, Pennsylvania e Wisconsin. Tradizionalmente democratici, ma qui i Clinton hanno commesso un errore. Trump durante la campagna ha detto (giustamente) che i Clinton hanno sostenuto NAFTA contribuendo a distruggere gli stati industriali del Midwest superiore. Trump sta andando a martellare la Clinton su questo e suo sostegno al TPP. In alcuni paesi votate Trump, sarà come lanciare un messaggio, voglio fare pulizia senza preoccuparsi delle conseguenze. E succedere come con la Brexit nel Regno Unito, ci si pentirà quando è troppo tardi".

Secondo motivo. Hillary è una donna. Il maschilismo negli Usa è ancora molto forte. Molti si stanno chiedendo "dopo aver tollerato un nero per otto anni alla Casa Bianca ora ci tocca una donna?" E poi ci saranno altri 8 anni di un gay?

Terzo motivo. Hillary è troppo a destra per i democratici, era il falco militare di Obama, pensiamo a come ha gestito la guerra in Iraq, "Io stesso avevo promesso di non votarla mai". Quindi va detto:il più grande problema qui non è Trump, è Hillary. Lei è estremamente impopolare. Il 70% degli elettori dice che lei è inaffidabile e disonesta. Lei rappresenta il vecchio modo di fare politica. Nessun democratico, e certamente non un indipendente, si sveglierà l'8 novembre eccitato di correre a votare per Hillary. L'entusiasmo proprio non c'è.

Quarto motivo. Il voto depresso dei sostenitori di Sanders. Per i giovani si tratta di tornare ai tempi di Clinton / Bush. Non andremo a votare per Trump ma semplicemente staranno a casa. Hillary Clinton è costretta a fare qualcosa per dare loro un motivo per sostenerla. Come vice poteva prendersi un'altra donna magari più a sinistra. Sarebbe stata un'idea eccitante. Ma poi Hillary si è spaventata e ha deciso di giocare sul sicuro. E ha preso un politico navigato e poco "democratico". Questo è solo un esempio di come si sta uccidendo il voto giovanile.

Quinto motivo. La rabbia che molti hanno verso questo sistema politico porterà milioni di elettori a votare per Trump non perché sono d'accordo con lui, non perché a loro piace il suo bigottismo o il suo ego, ma solo perché possono. Votare Trump solo per vedere quello che potrebbe succedere. Ricordate negli anni '90, quando la gente del Minnesota votò un wrestler professionista come loro governatore? Non hanno fatto questo perché sono stupidi o pensato che Jesse Ventura era una specie di uomo di stato o intellettuale politico. Lo hanno fatto solo perché potevano. Minnesota è uno degli stati più intelligenti del paese. E 'anche pieno di persone che hanno un senso dell'umorismo - e il voto per Ventura era la loro versione di un buon scherzo su un sistema politico malato. Questo sta per succedere di nuovo con Trump".

Scritto da Claudia Sarritzu
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA