questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Metropolis in mostra a Parigi

Attualità

21/10/2011

(Parigi) Durerà fino al 25 gennaio 2012 la Mostra dedicata al capolavoro di Fritz Lang ‘Metropolis’. La Cinemathéque Française che ospita l’evento curato da Peter Manz e Kristina Jaspers darà vita a due rassegne volte a celebrare l’opera di Lang e il suo genio visionario. La prima è una vera e propria chicca e durerà fino al 19 dicembre proponendo l’opera integrale del regista tedesco. La seconda durerà fino alla chiusura della mostra e sarà dedicata alle “Città del futuro” con una sezione specifica destinata agli spettatori più piccoli e intitolata “Città e paesi immaginari”.

‘Metropolis’ consente ai visitatori di entrare nel cuore di quello che è stato uno dei principali film degli anni Venti, nonché della storia del cinema: una pellicola visionaria la cui lavorazione ha richiesto 300 giorni di lavorazione, 750 attori protagonisti e ben 25.000 comparse guidate dal genio implacabile di Fritz Lang che attraverso questo film rifletteva sul futuro di un mondo affidato alle macchine, offrendo una rilettura inquietante della New York degli anni Venti e della visione fordista di un mondo in cui i proletari vivono nelle viscere di una cittadina altrimenti ricchissima. Uno dei pezzi forti della mostra è, ovviamente, la proiezione del film in versione integrale, ovvero quella che Lang proiettò nela premiere mondiale a Berlino nel 1927. Dopodiché la stessa copia fu mandata in America per l’uscita nelle principali cittadine degli USA. Tagliata dalla Paramount e ridotta di molto, divenne il modello anche per la versione tedesca da cui furono eliminate le scene in eccedenza rispetto a quanto mostrato negli Stati Uniti. Per anni si è pensato che della versione integrale di Metropolis non vi fosse più alcuna traccia: ritenute perse per sempre, le scene sono state recentemente ritrovate in una copia dimenticata in una cineteca argentina. Un distributore di Buenos Aires, infatti, aveva comprato il film prima dell’uscita americana nel 1927 e la sua copia, quella che ha permesso la ricostruzione di un nuovo negativo, ha consentito l’insperabile restauro di Metropolis, il film che più di ogni altro ha influenzato, per esempio, la visione di Ridley Scott in Blade Runner, nonché, ovviamente la moderna fantascienza politica.

Scritto da Marco Spagnoli
Tag: metropolis
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA