questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Mel Gibson pensa a Giuda Maccabeo ma la comunità ebraica protesta

Attualità, Personaggi

09/09/2011

Dura la vita, si fa per dire, per Mel Gibson. Dopo aver conosciuto un successo, soprattutto economico, senza precedenti, grazie ad opere ultracattoliche ed ultraviolente come La Passione - che gli è costata un'accusa di antisemitismo -  e dopo essere stato travolto da una serie di scandali privati legati ad un suo malcelato atteggiamento machista e violento nei confronti della ex moglie, sembra che non gliene vada una dritta. Adesso vuole produrre (e quasi certamente anche dirigere)  un film su Giuda Maccabeo, il più leggendario degli eroi della storia ebraica. Ed a quanto pare ha già fatto un accordo di coproduzione con la Warner Bros, la quale ha già assegnato la sceneggiatura nientemeno che a Joe Eszterhas, una vecchia conoscenza di Hollywood, anche se ultimamente era uscito di scena per problemi di salute, già autore dello script di Basic Instinct e di Flashdance. Insomma, il ritorno di due 'valorosi' di Hollywood (Gibson ed Eszterhas) dopo anni di forzato 'esilio'. Ma la notizia non è stata gradita dalla comunità ebraica che ha reagito tempestivamente all'annuncio che la storia di Giuda Maccabeo, l'eroe che guidò la rivolta contro l'Impero Seleucide intorno al 167 a.C. in Giudea ed a cui è dedicata una delle più importanti festività ebraiche quella di Hanukkah, era finita nelle mani di Mel Gibson.
"Sceglierlo come regista o magari come protagonista di un film su Giuda Maccabeo è come nominare Madoff a capo della Commissione di Vigilanza sulla Borsa di New York. Sarebbe un insulto verso gli ebrei", ha detto all'Hollywood Reporter il rabbino Marvin Heir, fondatore e direttore del Simon Wiesenthal Center Museum of Tolerance di Los Angeles.
"Mel Gibson ha sempre mostrato antagonismo e mancanza di rispetto verso gli ebrei. Una lunga storia di antagonismo, di cui il film La Passione di Cristo, in cui gli ebrei sono stati dipinti come idioti, buffoni o tiranni, in modo tutt'altro che attento, è uno degli esempi."
"La Warner Bros  - continua il rabbino - sta facendo un terribile errore perché la maggior parte delle persone che andranno a vedere un film su Giuda Maccabeo fanno parte della comunità ebraica. Ma non credo che le comunità ebraiche siano disposte ad andare a vederlo in questo contesto." Una bella gatta da pelare anche per la Warner Bros, che adesso deve decidere se tirarsi indietro o andare avanti, magari costringendo Gibson a rinunciare alla regia e ovviamente al ruolo del protagonista.

Scritto da Piero Cinelli
Tag: mel gibson
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA