questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Mel Gibson: intervista e nuovi progetti

Attualità, Personaggi

18/03/2010

Molte interessanti notizie dall'unica intervista online concessa da Mel Gibson al giornalista Paul Fischer di Dark Horizon, in occasione dell'uscita del film Fuori controllo. Ne pubblichiamo alcuni stralci.

Aveva abbandonato la recitazione per dedicarsi alla regia dei suoi progetti più 'sentiti', ma adesso a 54 anni di fronte al progetto di Fuori controllo (Edge of darkness), ha deciso che era tempo di tornare a recitare. Tratto dalla miniserie inglese Edge of Darkness (anche titolo originale del film), prodotta dalla BBC nel 1986, Fuori controllo racconta di Thomas Craven, investigatore della polizia di Boston, alle prese con un delitto che lo coinvolge molto da vicino, quello di sua figlia. 

Domanda: Dopo alcuni anni trascorsi dietro la macchina da presa, perché, in questo periodo della vita ,ha deciso di tornare alla recitazione?

Gibson: Mi è sembrato il momento giusto. Mi mancava la recitazione, e sentivo istintivamente che mi sarebbe piaciuto riprovarci. Mi ero fermato perché mi sembrava che rischiasse di diventare stantia. Non perché quello che avevo fatto fosse orribile. Avevo bisogno di nuove esperienze e di allontanarmi per vedere se potevo tornare e fare pulizia delle cattive abitudini. ...

Domanda: La storia di Fuori controllo l'ha coinvolta emotivamente dal punto di vista paterno?

Gibson: Certamente. Ma non è stato lo script a convincermi a tornare a recitare. E' semplicemente successo che è stato il più emozionante e migliore materiale che ho letto, nel momento in cui cui sentivo che era tempo di tornare a fare l'attore. Ed anche il cast era eccellente.

......

Domanda: E' una storia molto intensa dal punto di vista emozionale. E' stato facile entrare nella psicologia del personaggio?

Gibson: Credo di si. Capire chi era non è stato difficile. Voglio dire dopo aver individuto e capito cosa sono i detective di Boston, ed io li ho incontrati. Sono ragazzi molto duri. Gli è cresciuta una corazza più spessa per quello che hanno fatto, e per i libri. Ho passato del tempo con loro. Li ho osservati. E mi hanno fatto capire cosa sono.

........

Domanda: Come regista, qual'è il suo prossimo progetto?

Gibson: Credo il film sui Vichinghi.

Domanda: Sarà molto violento? Violento alla Apocalypto, per intenderci?

Gibson: Lei cosa pensa? Voglio dire, chi erano i vichinghi? Probabilmente il peggiore branco di bastardi dell'epoca.

Domanda: Effettivamente dei selvaggi.

Gibson: Selvaggi e Animali. Buoni dentro casa, ma appena arrivavano in altri luoghi diventavano dei mostri.

Domanda: Che lingua parleranno?

Gibson: Antico scandinavo. Altrimenti non spaventa più nessuno.

Domanda: Chi farà parte del cast?

Gibson: Leo DiCaprio.

Domanda: Dovrà imparare anche lui l'antico scandinavo?

Gibson: Spero di si... e lo vedrete in un modo molto diverso, ne sono certo. Anche lui resterà sorpreso. [Risata]

.....

Domanda: E' sorpreso che George Miller stia lavorando ad un nuovo "Mad Max"?

Gibson: No. Lo stava preparando da anni.

Domanda: Le ha chiesto di fare un cameo?

Gibson: No. Ne abbiamo parlato. Non ha un grande budget, ed è la sua franchise. E giustamente lui deve farla come vuole, ed io sarò molto felice di andare a vederlo. Buona fortuna a George, se la merita perché è un genio.

Domanda: C'è un personaggio che le piacerebbe rivisitare?

Gibson: Hamlet. [risata].

Domanda: Quando pensa di iniziare le riprese del film sui Vichinghi? E le piacerebbe tronare a filmare in Australia?

Gibson: Credo che probabilmente il film sui Vichinghi dovrà essere girato da qualche parte nell'emisfero meridionale, per sfruttare il vantaggio della luce. Ma non saprei dire né dove né quando.

.........

Domanda: Ha imparato qualcosa di rilevante nel periodo in cui è stato lontano dall'industria?

Gibson: Non mi sono mai allontanato realmente dall'industria. Quasi tutto quello che ho imparato l'ho appreso dall'industria. Ho imparato la scrittura, dal concepimento alla scrittura, a portare il film sullo schermo, dal montaggio, alla regia, alla produzione, al marketing, alla distribuzione, insomma tutto il processo ad eccezione dell'esercizio. Ma adesso ho acquistato alcune sale cinematografiche in Australia, il circuito Dendy, così diventerò un esperto anche di esercizio.

 

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA