questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Medusa: tagli alla produzione

Attualità, Trade

23/05/2012

A fronte di un drastico calo delle entrate pubblicitarie delle emittenti televisive, Mediaset avrebbe deciso di tagliare una grande fetta della produzione di film italiani. La voce che circolava da varie settimane in Italia è rimbalzata anche al festival di Cannes dove il Presidente Anica Riccardo Tozzi, nell’ambito del convegno “Italia in Luce” ha rilanciato l’allarme relativo al drastico ridimensionamento degli investimenti nella produzione cinematografica e televisiva da parte di Mediaset: "Dopo aver tagliato nella fiction 100 mln di €, Mediaset sta fermando l'attività di investimento nel cinema". La voce autorevole di Tozzi, confermata da Francesco Raniero Martinotti: il cui film, Tre uomini in buca 9, che doveva partire il 14 maggio, è stato fermato all'ultimo momento da Medusa.  Starebbe inoltre per partire una lettera di protesta indirizzata a Piersilvio Berlusconi, e firmata da 70 personalità del cinema. Si rincorrono voci di stop a film già annunciati e con registi e attori molto importanti. La voce ricorrente ha provocato una smentita da parte di Mediaset che in una nota pubblicata da Repubblica ha dichiarato: "Nel 2012-2013 investiremo nell’audiovisivo italiano oltre 335 milioni di euro. 235 milioni di euro nella fiction e oltre 100 milioni nel cinema." Tuttavia l'Amministratore delegato di Medusa Film, Giampaolo Letta ha precisato: "Vogliamo continuare a fare lo stesso numero di film ma la crisi è gravissima ed è vero che stiamo pensando di interrompete alcuni progetti, ma non parlerei di fermo come fa Riccardo Tozzi, per ora l'unico stop riguarda Martinotti. Certo, di fronte al drastico calo delle risorse pubblicitarie ci vuole una presa di coscienza da parte di tutti, occorre abbassare i costi di produzione, ridimensionare i cachet degli artisti".

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA