questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Medusa: avanti con Zalone e cinepanettone

Attualità

30/06/2015

Medusa vent’anni dopo. Dopo gli anni delle vacche grasse, prima per un decennio tra le distribuzioni italiane, e dopo la dieta dimagrante degli ultimi tre anni che l’hanno vista ridurre in modo drastico la propria presenza sia nella produzione che nella distribuzione. Per la verità i suoi personaggi di riferimento, da Zalone a Sorrentino, passando per Aldo, Giovanni e Giacomo e Ficarra e Picone, non li ha mai mollati. Saggiamente. Perché adesso, presentando il programma 2015-2016, è proprio da questi che riparte, inserendoli in un listino di una ventina di titoli, decisamente più ricco rispetto agli ultimni tre anni, dove ricompaiono anche i titoli internazionali, anche se non certo all’altezza di cinque-dieci anni fa. 

Linea editoriale ‘varia’, con la commedia italiana decisamente maggioritaria, accompagnata da qualche film d’autore e qualche produzione internazionale di budget medio-alto. Un investimento complessivo di circa 30 milioni di euro sulle produzioni italiane, a cui vanno aggiunti 6/7 milioni per le acquisizioni dei titoli internazionali. 

Dei 19 titoli del listino, 13 sono italiani di cui 11 sono commedie, tra cui svetta Quo vado con il King of Comedy Checco Zalone, che uscirà il 1 gennaio 2016, ed a cui si aggiunge il cinepanettone classico, dal gusto quasi retrò anche dal titolo, Vacanze di Natale ai Caraibi firmato da Neri Parenti e interpretato da Christian De Sica e Massimo Ghini, in uscita ovviamente natalizia. Mentre le Festività del 2016 verranno divise tra il film di Aldo, Giovanni e Giacomo in uscita a metà dicembre e Ficarra e Picone in uscita il 1 gennaio 2017.  Tra le molte ed esilaranti anticipazioni presentate alla stampa dall ’AD di Medusa GianPaolo Letta, l’esordio alla regia di Fabio De Luigi con Tiramisù, dove un candidato all’ esame di maturità dimostra una buona preparazione nella materia ‘youporn’, mentre l’inossidabile Diego Abatantuono protagonista di Belli di Papà, ha strappato qualche applauso nei panni di un padre che si è fatto da sé alle prese con tre figli allergici al lavoro. Sul fronte autoriale l’esordio alla regia di  Piero Messina con L’Attesa interpretato da Juliette Binoche, che a giudicare dalle date sarebbe allineato con la  Mostra di Venezia, e il biopic del Papa Chiamatemi Francesco di Daniele Luchetti. Tra i titoli stranieri svetta il family Big Friendly Giant di Steven Spielberg, tratto dal romanzo per bambini di Roald Dahl, il nuovo capitolo della saga Transporter prodotta da Luc Besson, il sequel di Now You see me e la commedia campione d’incassi in Germania Fuck You, Prof!

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA