questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Marco Leonardi

26/03/2007

Io, Maradona - Intervista a Marco Leonardi

Diretto da Marco Risi, Maradona, la mano de Dios racconta la storia del Pibe de Oro dalla difficile infanzia, fino al trionfo negli stadi di tutto il mondo. Una biografia intensa e controversa di cui è protagonista l'attore Marco Leonardi che al Maradona cinematografico dell'età adulta, ha prestato non solo il volto, ma anche i piedi. Tutto inizia con il giocatore giovanissimo con la divisa dell'Argentinos Junior, con il Boca e con la Selezione Argentina vince i mondiali Under 17. Poi parte. Attraversa l'oceano e raggiunge prima Barcellona e – in seguito - Napoli. E qui diventa il re, anzi, O' re. E' stato amato, odiato, santificato. A Buenos Aires c'è una chiesa con il rito maradoniano. Con la gloria conosce il dolore. Si fa amici e nemici, colleziona ferite e trionfi e le prime sconfitte. "Non ho conosciuto Maradona, purtroppo. Ho dovuto usare la mia immaginazione, fidarmi dei filmati e cercare di fornire la mia interpretazione della sua vita di atleta e di uomo." Dice Leonardi "Marco Risi che Maradona l'ha conosciuto mi ha guidato in questo percorso. Soprattutto quando ero in Argentina dove ho incontrato alcuni suoi amici di infanzia. Tra un commento e l'altro mi sono fatto un'idea di chi fosse Maradona in quegli anni."
Chi era, quindi, Maradona per lei?
Un 'bulletto' - termine che uso in maniera affettuosa – dal cuore d'oro. Una persona fragile che all'età di quattordici anni si è trovato a passare da un quartiere molto povero ad alberghi di lusso. Un giovane campione che sapeva, un giorno, di potere diventare il numero uno. Una persona che non ha saputo gestire il successo e che si è trovato a vivere grandi disagi restando, di fatto, solo ad affrontarli.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA