questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Mai stati uniti, l’incontro con regia e cast

Attualità, Conferenze stampa

27/12/2012

(Roma) E’ stato presentato questa mattina alla stampa Mai stati Uniti, nuovo film diretto da Carlo Vanzina e da lui stesso sceneggiato con il fratello Enrico. 350 copie per il film distribuito da 01, che sarà nelle sale il 3 Gennaio.

La storia racconta di un cameriere rovinato dalla passione per il gioco, Angela, segretaria single divorata dall'ansia e dagli attacchi di panico, un ex meccanico, divorziato e disoccupato, Carmen precaria e shopping dipendente e Michele, cresciuto in uno zoo. Cosa hanno in comune questi cinque? Nulla fino a quando non scoprono di avere lo stesso padre. Alla morte del genitore vengono infatti convocati da un notaio che comunica loro l’esistenza di una grande eredità. Per averla però devono portare le ceneri del padre in america e spargerle in un lago dell’ Arizona. Un modo del genitore mai conosciuto di unire inaspettatamente i fratelli ritrovati?

Terza commedia per I Vanzina ambientata negli Usa dopo il cult Vacanze in America e Sognando la California, vede nel cast Ambra Angiolini, Ricky Memphis, Anna Foglietta, Giovanni Vernia, Vincenzo Salemme.

“Penso sia un film onesto, scritto con attenzione, ben recitato e soprattutto diretto leggerezza - ha detto il regista - Abbiamo anche cercato di contaminare la storia con riferimenti spiritosi provenienti dal cinema americano. Dal western, ai film più propriamente on the road”.

Come è stato girare in America? “ Divertente, quasi come un gioco – ha risposto Memphis – per me che sono appassionato degli indiani d’America è stato il massimo. Sono stato anche a Las Vegas”. “

Girare un film è sempre una convivenza forzata – interviene la Foglietta – in questo caso molto piacevole sia a livello lavorativo, perché Carlo ci ha fatto scoprire tantissime cose, sia per me personale, ho scoperto negli Usa di essere incinta”. “Io all’inizio avevo ansia nel partire, non sono nemmeno una grande amante dell’aereo – dice la Angiolini – arrivata lì mi sono fatta trascinare dall’atmosfera, l’America è anche assurda per certi versi e con loro, in particolare con Anna, mi sono trovata benissimo”.

Come avete scelto il cast? “ Chiedendoci chi fossero gli attori giovani più promettenti al momento – rispondono i fratelli Vanzina – alcuni li conoscevamo già. Con Ricky abbiamo fatto I Mitici, è un nostro amico, Anna era in Ex amici come prima e ci era piaciuta moltissimo, è un vero talento, che avevamo già visto nel film di Massimiliano Bruno”.

Da dove nasce la scelta di girare all’estero? “Io credo – risponde Enrico Vanzina – che al cinema bisogna cercare un livello qualitativo diverso dalle fiction tv. Molti dei nostri film vengono girati nelle stesse location delle lunghe serialità. Gli Stati Uniti ci sono piaciuti molto, certo dipende dove vuoi muoverti perché può essere molto costoso. New York, Los Angeles, Chicago sono esose. La provincia no e anche location South Dakota, Utah, Nevada, Colorado ed Arizona, che sono poi i luoghi dove abbiamo girato”.

Commedie di questo tipo, e affini (vedi Colpi di fulmine, I soliti idioti) hanno sempre molto successo al botteghino…” Si è una cosa che ci viene spesso chiesta - rispondono i Vanzina – il fatto è che la commedia ha successo perché da sempre al cinema la gente chiede risate”.

Della crisi e della flessione al botteghino cosa pensate? “ In parte dipende sicuramente dalle proposte che vengono portate al pubblico. Comunque un grande problema nel nostro paese è la pirateria. Un atto vandalico che viene preso molto alla leggera, quando invece andrebbero scelti rimedi immediati. E’ purtroppo un problema che non è stato mai affrontato dal nostro governo, quando andrebbe combattuta in maniera più forte come si fa ad esempio in Francia”.

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA