questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Magic Mike batte Prometheus

Attualità, Box Office, Trade

24/09/2012

Un week end non particolarmente entusiasmante sul piano degli incassi, con nessun titolo forte in uscita e con le altre pellicole in programmazione, eccezion fatta per i cartoni, in notevole calo. Ne approfitta Magic Mike, il film di Soderbergh sul fenomeno degli spogliarellisti maschili, che conquista la vetta del box office con un eccellente risultato di 1,3 milioni di euro e la migliore media per sala di 3.700 euro. Grazie anche ad una azzeccatissima data di uscita Magic Mike, indirizzato ad un target prevalentemente femminile, sta dimostrando di avere 'argomenti convincenti' per poter ripetere anche in Italia il successo americano (il film ha incassato 110 milioni di dollari in Usa). Prometheus scende in seconda posizione, con un incasso di 1 milione di euro (-50% rispetto allo scorso week end) ed un totale di 3,9 milioni in dieci giorni. Terza e quarta posizione per i due cartoni Pixar e Dreamworks che confermano di avere una maggiore tenuta rispetto agli altri film. Ribelle – The Brave incassa 928mila euro (ed un totale di 6 milioni in tre settimane), mentre Madagascar 3: Ricercati in Europa alla quinta settimana incassa 661mila euro per un totale di 21 milioni di euro. Una concorrenza spietata tra due campioni dell'animazione a cui si aggiungerà venerdì prossimo un terzo e fortissimo concorrente Era glaciale 4.

Quinta posizione per la commedia elettorale Candidato a sorpresa che esordisce con 484mila euro ed una media di circa 2mila euro per sala. Peccato, con un titolo del genere, vista la inavomibilità dei candidati italiani, avrebbe potuto fare di più nell'Italia della casta. Sesta piazza per  Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno con 436mila euro per un totale di 14,1 milioni di euro. Esordisce in settima posizione Il rosso e il blu di Giuseppe Piccioni, il film sul mondo della scuola interpretato da Margherita Buy, Riccardo Scamarcio e Roberto Herlitzka che incassa 354mila euro, con una ottima media per sala di 2600 euro (la seconda media per sala della classifica). Un risultato particolarmente significativo perché rappresenta il primo esordio positivo di un film italiano in questa ripresa di stagione. Scende in ottava posizione la commedia Che cosa aspettarsi quando si aspetta con 264mila euro, per un totale di 1 milione in dieci giorni. Decisamente deludenti gli altri esordienti a cominciare da The Words nono con 247mila euro (ed una media di 1.300 euro), seguito in decima posizione da I bambini di Cold Rock con 189mila, mentre la palma del peggior risultato spetta alla commedia partenopea Una donna x la vita di Maurizio Casagrande, con 163mila euro (ed una media di 939 euro per schermo) che non rientra nemmeno nella top ten.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA