questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Magic in The Moonlight in anteprima al Torino Film Festival

Attualità, Eventi, Recensioni

25/11/2014

Dopo l’applaudito Blue Jasmine, Woody Allen torna al cinema dal 4 Dicembre con Magic in the Moonlight, una nuova commedia con Emma Stone e Colin Firth nei ruoli principali. Firth interpreta Wei Ling Soo, il più celebrato mago della sua epoca, che in realtà non è altro che Stanley Crawford, uno scorbutico ed arrogante inglese con un'altissima opinione di sé stesso ed un'avversione per i finti medium che dichiarano di essere in grado di realizzare magie. Convinto dal suo vecchio amico, Howard Burkan, Stanley si reca in missione nella residenza della famiglia Catledge, in Costa Azzurra: Grace la madre, Brice il figlio e Caroline la figlia. Si presenta come un uomo d'affari di nome Stanley Taplinger per smascherare la giovane ed affascinante chiaroveggente Sophie Baker interpretata da Emma Stone. Già dal suo primo incontro con Sophie, Stanley la taccia di essere una mistificatrice facile da smascherare.

Come spesso accade nei film di Woody Allen, la sceneggiatura è la base solida su cui si costruisce l’intero film, con dialoghi arguti e brillanti, che danno corpo ad ogni scena e ritmo alla narrazione. Ovviamente una buona sceneggiatura richiede anche dei bravi interpreti e, in questo caso, Allen ha ritrovato un’armonia perfetta riunendo Colin Firth ed Emma Stone, entrambi ottimi nei rispettivi ruoli e convincenti nella dinamica di coppia sul set. Il rapporto tra Stanley e Sophie ricorda molto l’amore-odio di Rossella O’Hara e Rhett Butler in Via col Vento, in cui il sentimento è nutrito da una frizzante competizione e un gioco di insulti ironici che gettano benzina sul fuoco di un’amore che c’è, ma aspetta di essere scoperto. Magic in The Moonlight gioca sul tema della magia, dell’amore, e della fede, con teorie astratte, a tratti esilaranti e a tratti riflessive. La ricchezza dei film di Woody Allen in effetti è quella di affrontare enigmi esistenziali, giocando con la filosofia e la sociologia, racchiudendo però il tutto in un’atmosfera magica e romantica, con l’immancabile sfondo jazz della colonna sonora. 

Magic in the Moonlight è una commedia che diverte ed emoziona, con un sapore retrò e una storia curiosa e intrigante piacevole da seguire.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA