questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Madagascar 2: Alex e Marty, parlano le loro voci made in Usa e Italy

26/11/2008

Quando uscì il primo Madagascar della DreamWorks Animation nel 2005 fu un trionfo. Ora, il 19 dicembre 2008, distribuito dalla Paramount Pictures in 650 copie, arriverà il secondo capitolo delle avventure di Alex (il leone), Marty (la zebra), Melman (la giraffa) e Gloria (l'ippopotamo femmina). E sarà un altro successo. Uno perché il film è molto divertente e, a detta della critica Usa (dove il film è uscito il 7 novembre incassando circa 64 milioni di dollari), è ancora più riuscito del primo. Madagascar 2 riprende esattamente dalla fine del precedente capitolo. I nostri eroi non sono più nello zoo di New York dove erano abituati ad esibirsi davanti ad un pubblico e ad essere trattati come esseri umani ma si trovano in Africa. Attraverso la Air Penguin fanno un tentativo per tornare a casa ma questo fallisce miseramente. E così si ritrovano in mezzo alla savana con milioni di altri leoni, zebre, giraffe, ippopotami, scimmie, lemuri e pinguini. Sì, ci sono anche loro, perché detestano il freddo del Polo Nord e preferiscono rimanere in Africa. Qui, ci sarà chi ritroverà la famiglia, chi si innamorerà, chi capirà chi sono i veri amici e tutti quanti si confronteranno con le loro radici e con l'arrivo di umani - decisamente poco intelligenti e simpatici. Come nel precedente capitolo squadra che vince non si cambia e per doppiare Alex ritroviamo Ben Stiller, per Marty Chris Rock e nella versione italiana Ale&Franz. Insieme a loro il boss della DreamWorks Animation, Jeffrey Katzenberg. Li abbiamo incontrati e tra tante risate e battute folgoranti si è capito meglio come hanno lavorato a questo secondo capitolo. Chris Rock: "Per prima cosa vorrei dire che quando doppi un personaggio animato conta molto l'improvvisazione. Avevamo sotto mano una bellissima sceneggiatura ma, sei tu con la voce, che gli dai vita. Quindi ho cercato di portare buona parte della mia personalità nel carattere di Marty". Ben Stiller: "Alex è un attore, un ballerino, un performer. Quindi più che pensare che stavo doppiando un leone, mi sono soffermato su questi aspetti fondamentali del suo essere. Anche perché io non sono molto animalesco, istintivo. Non sono come Jeffrey Katzenberg_ scherzo, lui è una vera forza della natura". Continua il duo italiano. Ale: "Il leone è un giocherellone, uno che ama sempre scherzare. Questo è un aspetto che mi appartiene quindi è stato facile tornare nella 'pelliccia' di Alex. Poi di me gli ho dato il mio segno zodiacale, la criniera come potete notare e ora mi sta spuntando anche la coda. E, ovviamente, gli ho dato la voce". Franz: "Io sono ancora dentro l'incubo del doppiaggio. Marty è un personaggio estroverso, sempre sopra le righe e seguire tutti gli 'uh -ah' che sa perfettamente fare Chris non è uno scherzo. Ma ci sono entrato in pieno e mi sono identificato con questa zebra".

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA