questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ma Che Bella Sorpresa, qual’è la donna ideale di Claudio Bisio e Frank Matano?

Attualità, Conferenze stampa, Personaggi

02/03/2015

L’11 Marzo arriva al cinema la nuova commedia di Alessandro Genovesi, Ma Che Bella Sorpresa, distribuita da Medusa per un totale di 450 copie. Remake della commedia brasiliana A Mulher Invisivel, il film ritrova Claudio Bisio nei panni di un insegnante di letteratura che, dopo essere stato lasciato dalla fidanzata, vive una profonda crisi e l’unico conforto sono i genitori stravaganti interpretati da Ornella Vanoni e Renato Pozzetto, e il giovane amico napoletano Frank Matano. “L’idea è venuta al produttore Maurizio Totti che mi ha parlato del progetto e ad un certo punto abbiamo deciso di dargli una concretezza. Anche se all’interno ci sono una serie di cliché, in questo film secondo me c’è un’originalità, di narrazione, realizzazione e tematica. Abbiamo deciso di ambientarlo a Napoli e per me questo è stato un altro motivo di interesse. Volevo mostrare la città diversamente da come viene mostrata normalmente. Abbiamo formato un cast pazzesco, nel senso di folle” ha raccontato il regista di Soap Opera in conferenza stampa a Roma. 

Un amico mi ha segnalato il film brasiliano, che è rimasto in sala per ben 24 settimane, l’ho fatto vedere a Genovesi e abbiamo abbracciato il progetto con una forma diversa” ha aggiunto il produttore Maurizio Totti, che ha accettato la sfida di portare sul grande schermo l’ennesimo remake. Al centro del film l’idea della donna ideale e la possibilità di incontrare la persona giusta in linea con i propri interessi e desideri. Il personaggio di Claudio Bisio sembra strizzare l’occhio a Paul Dano in Ruby Sparks, fantasticando su una ragazza bella, simpatica, tifosa di calcio e piena di attenzioni verso di lui…ma è reale? “Il mio personaggio si presenta come un uomo romantico, ma poi rappresenta un po’ la presa in giro di quegli uomini che fantasticano su questo tipo di donna ideale”. Pensando poi ad un recente successo internazionale ha aggiunto: “Mentre Her di Spike Jonze per esempio era molto sul drammatico, questo film lo abbiamo tenuto come una commedia, ma non banale”. Bisio è affiancato dal giovane talento del web, ormai al suo terzo film per il grande schermo, Frank Matano, che ha dichiarato: E’ stata un’ esperienza pazzesca. Mi sono trovato molto bene con Claudio. Lo ammiravo molto anche quando faceva Zelig e avevo paura che, conoscendolo, mi cadesse un mito. Invece ci siamo trovati da subito. Poi il regista Alessandro è un improvvisatore fantastico”. Ormai la moda del remake ha preso piede anche in Italia, e commentando questa sua scelta, Alessandro Genovesi ha spiegato: “In questo caso io ho fatto il regista. Quando mi viene presentata una storia cerco di capire come metterla in scena. Ho lavorato molto in teatro e lì si fanno solo remake in un certo senso. Quando si mette in scena Shakespeare, per esempio, ci si concentra sulla messa in scena e io ho fatto così per questo film. Ho cercato di trasformarlo in una commedia vicina ai miei gusti”.

Oltre a Claudio Bisio e Frank Matano, il cast di Ma Che Bella Sorpresa brilla del talento della simpatica Valentina Lodovini e di due leggende del mondo dello spettacolo, Ornella Vanoni e Renato Pozzetto.Io sono qui per caso, perché un giorno ero in spiaggia, ho visto Maurizio Totti e gli ho detto “Dai fammi fare l’attrice, che sono brava” e mi ha proposto questo ruolo. Faccio delle cose per divertirmi ogni tanto, oltre a fare la cantante. Io adoro Napoli nel bene e nel male, ma il primo giorno di ripresa è stato tremendo. Eravamo svegli dalle 5.30…nemmeno per le analisi del sangue mi sveglio così presto. Mi sono molto divertita e questo è l’importante” ha detto la Vanoni, mentre Pozzetto ha raccontato di aver “letto il copione e sono rimasto affascinato dal tono surreale della storia. Poi ho cercato di tradurla in modo reale. Ho recitato infatti un padre che non ne fa una tragedia della strana storia del figlio. Ringrazio tutti della fiducia, mi sono divertito”. Valentina Lodovini per la prima volta nei panni di una donna trasognata e romantica, ha aggiunto: “Mi è piaciuta molto la storia. Mi piaceva la distinzione tra realtà e sogno in tutto il film. Anche Giada vive questa situazione di infelicità a cui reagisce con tranquillità. Ma crea una soap opera personale di sogno…e questo mi commuoveva tanto. E’ un personaggio trasognato che non avevo mai fatto. Mi piaceva come interagiva con il personaggio di Claudio. Ad un certo punto si trova a scegliere tra realtà e sogno e sceglie la realtà. Alla fine lei lo capisce e lo salva, interagendo con il suo fantasma”. 

Infine il produttore Totti e Bisio hanno argomentato la scelta di ambientare il film a Napoli, città che appare diversa dal solito, in un’atmosfera e una luce più romantica e fantastica. “Il film brasiliano si ambienta nella metropoli di San Paolo, ma ambientarlo a Milano sarebbe stato triste. Per la magia era giusta Napoli” ha detto Totti, mentre Bisio ha aggiunto: “E’ il primo film che ho girato a Napoli e c’è stato un entusiasmo pazzesco. Per Benvenuti al Sud eravamo in un piccolo paese di mare, è stata come una vacanza. Qui eravamo in città, abbiamo girato nei quartieri spagnoli e altri posti per più di un mese e mezzo di riprese e ho trovato calore, vitalità, e ho visto moltissime belle cose”.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA