questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

L’uomo di neve, dirige Martin Scorsese

Attualità, Personaggi

22/11/2011

Instancabile Martin Scorsese: terminata la post produzione del suo Hugo Cabret che vedremo nelle sale solo a Febbraio 2012, il regista pensa già a nuovi progetti. Mentre si attendono conferme riguardo l’adattamento di Silence, dal romanzo di Shusako Endo, la stampa d’oltreoceano annuncia che il regista dirigerà L’uomo di neve.

Trattasi della trasposizione del romanzo dello scrittore norvegese Jo Nesbø, che verrà prodotto dalla Working Title Films di Tim Bevan ed Eric Fellner, mentre Nesbø e il suo agente letterario, Niclas Salomonsson, saranno produttori esecutivi: lo script verrà firmato da Matthew Michael Carnahan che ha già al suo attivo World War Z.

Si apre dunque il toto protagonista: si fanno i nomi di Stellan Skarsgard, Peter Stormare, Javier Bardem, Benicio del Toro, ma naturalmente il più quotato è sempre lui, Leonardo Di Caprio, ormai attore feticcio del regista. Questa la trama ufficiale: “La città di Oslo è avvolta nel buio e i primi fiocchi di neve cadono leggeri imbiancando le strade. Birte Becker è appena tornata a casa dal lavoro quando, fuori dalla propria finestra, nota un pupazzo di neve che sembra scrutarla. Poche ore dopo, Birte scompare senza lasciare traccia. Unico indizio, un pupazzo di neve avvolto nella sciarpa della donna, all'interno del quale viene ritrovato anche il suo cellulare. Il commissario Harry Hole, chiamato per indagare sulla misteriosa scomparsa, si getta a capofitto nel caso per sfuggire ai fantasmi che lo perseguitano giorno e notte e alla notizia che lo ha gettato nel baratro dopo mesi di astinenza dall'alcol e di buona condotta: Rakel, l'unica donna che abbia mai amato, sta per sposarsi. Appena inizia a indagare sulla scomparsa della Becker, Harry si rende conto che il caso ha foltissime somiglianze con altre sparizioni misteriose avvenute a Oslo negli ultimi vent'anni. La procedura è sempre la stessa: una donna, sposata con figli, scompare nel nulla, nella notte in cui sulla città cade la prima neve. Hole è l'unico che può avvicinarsi alla verità, perché può calarsi pienamente nella testa del serial killer. La scoperta, però, sarà più amara e sconcertante del previsto, perché la mano in grado di perpetrare quegli orrendi crimini è molto più vicina di quanto Harry si sarebbe mai immaginato”.

 

Scritto da Manuela Blonna
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA