questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

(L’Ultimo) Don Giovanni in Dvd

DVD & Blu Ray

01/03/2010

Esce in Dvd Io, Don Giovanni di Carlos Saura.

Ambientato nella Venezia del 1793, il film vede lo scrittore Lorenzo Da Ponte condurre una vita dissoluta. Prete in origine, viene esiliato a Vienna per aver diffuso versi contro la Chiesa e il potere dell'Inquisizione. Con il supporto del suo amico e mentore Casanova, Lorenzo viene presentato al maestro Salieri,compositore prediletto dell'Imperatore e conosce così Wolfgang Amadeus Mozart. Intravedendo l'opportunità di frenare l'ascesa di Mozart, Salieri lo spinge a prendere questo sconosciuto libertino come suo librettista. La natura stessa di Lorenzo, invece, sarà fonte di ispirazione per una delle sue opere più audaci e potenti la cui fama farà presto il giro del mondo: Don Giovanni.

Arricchito in Dvd da extra come il Making of, alcune ommagini tratte dal red carpet del Festival di Roma 2009 e dal concerto diretto dal Maestro Nicola Tescari che ha preceduto la proiezione del film ed estratti della conferenza stampa e un’intervista a Vittorio Storaro, il film è un altro titolo ispirato alla figura di Don Giovanni e alla storia della realizzazione di quella che è, forse, la più celebre delle opere italiane di Wolfgang Amadeus Mozart ha sempre suscitato grande interesse e curiosità sia nella letteratura che nel cinema con diversissime variazioni sul tema.

Io, Don Giovanni presentato fuori concorso al Festival di Roma, rievoca la creazione di quest’opera che, alla sua prima a Praga, il 27 ottobre 1787 vedeva seduto in platea nientedimeno che Giacomo Casanova venuto apposta dal suo esilio in Polonia e che nel film di Saura è presentato come il fautore dell’incontro tra Da Ponte e Mozart.

Il mito di Don Giovanni oltre ad interessare con saggi e romanzi un filosofo come Kierkegaard, poeti e scrittori come Byron, Apollinaire e Rostand ha destato d subito un grande interesse in registi e cineasti. Una delle più straordinarie messinscena cinematografiche dell’opera di Mozart è stata realizzata da Joseph Losey con l’orchestra diretta dal maestro Lorin Maazel. Più recentemente, Jim Jarmusch ha riflettuto sulla figura di un Don Giovanni anziano e postmoderno interpretato da Bill Murray in Broken Flowers. Quindici anni fa, Johnny Depp si presentava allo psicologo Marlon Brando come il più grande amatore del mondo in Don Juan De Marco, mentre Alain Delon e Fabrice Luchini sono stati protagonisti qualche anno prima della versione cinematografica del romanzo di Arthur Schnitzler, Il ritorno di Casanova fortemente ispirato dalle suggestioni del libretto dapontiano e dal confronto tra Don Giovanni Tenorio e il suo alter ego Leporello. Un testo che già nel 1980 aveva avuto una sua versione cinematografica per la regia di Pasquale Festa Campanile con protagonista Giulio Bosetti. Se Donald Sutherland richiama inevitabilmente le suggestioni dell’opera di Mozart nel visionario Casanova diretto da Federico Fellini, sono molti gli attori cimentatisi con la figura dell’amante leggendario: Carmelo Bene, Giorgio Albertazzi, Errol Flynn, Christopher Plummer, Douglas Fairbnanks e Michel Piccoli, per non parlare dell’Heath Ledger/Casanova più vicino alla leggenda di Tirso Da Molina, che risale alla prima metà del Seicento. Tra i film non si può, ovviamente, dimenticare Amadeus diretto ventisei anni orsono da Milos Forman dove pur raccontando la vita di Mozart e le messinscena di Don Giovanni, viene completamente rimossa – come nella piéce teatrale di Peter Shaffer – la figura di Lorenzo Da Ponte.

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA