questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

L’orologio di Monaco: proiezioni in cinque continenti

Eventi, News

26/01/2016

L'orologio di Monaco

Per il Giorno della Memoria, il 27 gennaio 2016, un evento unirà i cinque continenti, attraverso le proiezioni pubbliche gratuite del film L'orologio di Monaco di Mauro Caputo, promosse dagli Istituti Italiani di Cultura e Ambasciate nel mondo. Atene, Barcellona, Chicago, Colonia, East London, Istanbul, La Valletta, Lubiana, Madrid, Praga, San Francisco, Roma, Sydney, Sofia, Strasburgo, Tel Aviv, Tokyo, Vilnius e Trieste sono tra le tante città dove la pellicola celebrerà questa ricorrenza. Un proiezione particolare è prevista anche al carcere di Viterbo.A Trieste dove l’iniziativa é partita la proiezione sarà dedicata agli studenti delle scuole, mentre il 29 gennaio é prevista a Roma una proiezione all'Accademia d'Ungheria.
L’orologio di Monaco narra la storia personale di Giorgio Pressburger, uno dei più alti intellettuali e specialisti di cultura mitteleuropea, alle prese con la sorprendente ricerca sul proprio albero genealogico: un intreccio di vite in cui si incontrano i nomi di Karl Marx, il poeta Heinrich Heine, il compositore Mendelssohn, il regista di ‘Scarpette rosse’ Emeric Pressburger e suo nipote, anche lui regista e premio Oscar, Kevin Macdonald.
Pressburger rivive con intensa emozione, attraverso una ricerca che si intreccia tra presente e passato, i ricordi e le vicende umane di cui è stato osservatore partecipe.
Tratto da una serie di suoi racconti editi da Einaudi, il film diventa il pedinamento poetico di un vagabondaggio culturale nell’Europa del ‘900, in cui passano i drammi della Shoah, delle diaspore, le dittature, ma anche lo splendore della civiltà di Kafka, Svevo, Saba, fino a Philip Roth, e di città-simbolo come Trieste, Londra, Praga.








Scritto da Vittorio Zenardi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA