questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

L’opera lirica al cinema o a teatro?

Attualità

15/11/2011

Dopo il grande successo della prima del Metropolitan di New York,  cresce l’ attesa per la prima del Teatro alla Scala, Don Giovanni di W.A.Mozart diretto da Daniel Baremboim il prossimo 7 dicembre

La sfida  fu  lanciata dal Met  di New York nel 2006. L’idea di poter assistere all’opera in diretta, non nel teatro ma  in una sala cinematografica  fu accolta con molta diffidenza  dai melomani, e fu solo  la curiosità a riempire  le sale in occasione di questo primo innovativo esperimento.

Oggi l’opera al cinema non è  più un fenomeno, una curiosità ,  è un’opportunità   anche per molti   teatri italiani, pur non rappresentando ancora una interessante fonte di introiti – a differenza del Met che ha potuto iscrivere nel bilancio della scorsa stagione entrate da biglietteria dell’opera al cinema corrispondenti a  2 milioni e seicento mila biglietti venduti.

In Italia  sono diverse   le aziende specializzate nell’acquisizione dei diritti di trasmissione sia live che in differita delle opere prodotte sia da teatri italiani che stranieri;  nel 2011  è cresciuto notevolmente  il circuito di sale cinematografiche hanno fatto dell’’opera al cinema un appuntamento se non proprio settimanale almeno mensile e sono stati  oltre 12.000 i  biglietti venduti dalla sola  Microcinema nella stagione 2010-2011.

I numeri italiani certo non reggono ancora il confronto con il massimo teatro americano che può contare su un circuito di 1600 sale nel mondo, di cui 40 in Italia,  con 54 paesi collegati ; le opere dal Met raggiungono gli spettatori sino in Cina, in Marocco, nella Repubblica dominicana   e persino  nelle Isole Vergini.  Una diretta dal Met arriva a totalizzare sino a 800.000 spettatori in tutto il mondo. Un vero e proprio record che dal 2006 ad oggi ha fatto registrare 8 milioni di biglietti venduti.

Il prossimo atteso appuntamento con l’opera  al cinema  sarà quello con il Don Giovanni di Mozart diretto da Daniel Baremboim titolo di inaugurazione della nuova  Stagione d’opera del Teatro alla Scala che  il 7 dicembre  prossimo proporrà al grande pubblico delle  sale  cinematografiche in Italia, in Europa e negli Stati Uniti   l’opera in alta definizione dal tempio italiano della lirica.

Ed è stato proprio il risultato della visione e dell’ascolto a far cambiare idea ai tanti scettici,  per non parlare del prezzo, tra 10 e 15 euro,  che,  in tempi di crisi, ancora di più contribuisce al successo di questa innovativa proposta lanciata  da New York dal sovrintendente Peter Gelb e che certo concorre anche in Italia, dove l’opera lirica nasce, a valorizzare questo straordinario patrimonio culturale qual è il melodramma. E allora l’opera guardiamola al cinema e partecipiamola a teatro.

Per informazioni sul cartellone di opera al cinema

www.microcinema.it e www.nexodigital.it

Alessandra Delle Fave

Scritto da Primissima
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA