questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

London Boulevard, Love At First Sight tra Keira e Colin!

Attualità, Interviste

07/06/2011

Arriverà nei cinema il 10 giugno, distribuito da 01 Distribution, e vede protagonisti due belli e sexy del cinema: Keira Knightley e Colin Farrell. Stiamo parlando di London Boulevard, film di esordio del Premio Oscar (come Migliore Sceneggiatura per The Departed di Martin Scorsese) di William Monahan.

Monahan, infatti, ama definirsi uno scrittore e sono proprio le storie ad uscire magnificamente dalla sua testa. Come questa che narra di Mitchel (Farrell) che, appena fuori di prigione, s’innamora della solitaria, giovane star del cinema Charlotte (Knightley) e si ritroverà ad avere a che fare con un tipo tosto, davvero duro ovvero Gant, il grandissimo Ray Winstone.

Intervistato da vari quotidiani per l’uscita italiana del suo esordio nella regia, Monahan ha dichiarato: “Ho imparato molto lavorando con Ridley Scott durante film come Le Crociate o Nessuna verità, ma anche da Martin Scorsese ovviamente o da Martin Campbell con il quale ho collaborato per Fuori controllo”.

London Boulevard – prosegue il regista – è un film di azione e, ad un primo approccio, può sembrare molto americano. Ma, essendo ambientato a Londra, ho apprezzato molto chi lo ha definito un british gang movie. C’è qualcosa di speciale nella luce di Londra. Soprattutto oggi dato che la città è diventata completamente diversa rispetto a trenta o trentacinque anni fa. Attualmente è una città modernissima, pulita, direi trasparente. Mi interessava quindi riportare sullo schermo quella lividità della luce di Londra che rende questo genere di storia, se girata in quei luoghi, davvero speciale”.

“Quando ero un ragazzo mi sono nutrito, ero assolutamente affascinato – dice Monahan – da film come Blow Up di Michelangelo Antonioni e da tutto il cinema inglese della decade ‘60/’70. Per questo sono felicissimo quando dicono che il film è british perché io volevo fare un film british, sotto ogni aspetto. E lo dico da americano, nato negli Usa, anche se le mie origini – come capite dal cognome – provengono dall’Irlanda”.

“Quello che mi ha convinto immediatamente di questa storia, nel senso che ho pensato subito che avrebbe funzionato era dato da un potenziale basato su due persone che hanno un disperato bisogno l’una dell’altra. Si amano a prima vista. Non sono come appaiono, non vogliono fare quello che fanno perché i ruoli che devono interpretare nelle loro esistenze non glielo permettono ma, allo stesso temo, i sentimenti non li nascondi. Farrell non è un vero gangster, ma un ragazzo che non ce la fa più e che è finito in mezzo ad una brutta storia mentre sperava, desiderava, tutt’altro per il suo destino, per la sua vita. La sfida per lui è far vincere la volontà. Situazione che vale anche per il personaggio di Keira, sebbene lei sia, rispetto a lui, decisamente privilegiata sotto alcuni aspetti”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA