questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Lo Sciacallo - Nightcrawler, Jake Gyllenhaal isolato e affamato durante le riprese

Attualità, Personaggi

21/10/2014

Solitario, affamato, irritabile, ed incredibilmente sottopeso. Così appare l’attore Jake Gyllenhaal durante la produzione del suo nuovo film, il dramma Nightcrawler - Lo Sciacallo, che uscirà nei cinema americani il 31 ottobre e in Italia sarà presentato il prossimo 24 Ottobre al Festival Internazionale del Film di Roma.

Interpretando Lou Bloom, un paparazzo senza scrupoli che si aggira nell’ambiente notturno di Los Angeles in cerca di qualche carneficina in strada per l’insaziabile motto dei notiziari locali "Se sanguina, attira", l’attore ha deciso di adottare la modalità "affamato e alla ricerca" come un coyote. "Ho fatto un sacco di scelte dal punto di vista fisico” ha dichiarato.  Per esempio mangiava un’ insalata di cavolo e gomme da masticare tutto il giorno, e persino la mamma si è preoccupata durante questo processo. L’attore di 33 anni ha anche messo da parte la sua vita sociale, in attesa di finire le riprese per un film da 7 milioni di dollari. E, in un suo profilo che appare nel numero di questa settimana di Entertainment Weekly, Gyllenhaal avrebbe fatto 15 miglia di notte dalla sua casa di Hollywood Hills al set di Nightcrawler, per ottenere alcune delle migliori recensioni della sua carriera. 

"La cosa di cui mi sono accorto mentre ero sul set, è che ti senti abbastanza affamato perché non stai mangiando tanto” ha spiegato Gyllenhaal. “Ti senti solo perché non stai incontrando i tuoi amici per cena. La gente va e ti dice: 'Hey ci vediamo per cena dopo il lavoro?’ E io: 'Beh, io devo girare tutta la notte. Va bene, allora ci vediamo a pranzo? E io: non posso! Devo andare”. Durante quelle corse, incrociando qualche terreno più selvaggio nell’area di Los Angeles, il candidato all’ Oscar spesso si è trovato faccia a faccia con dei veri coyote. "Il sole stava tramontando e questi animali sarebbero venuti fuori" continua. "Mi piaceva avere queste strane fantasie dopo 10 miglia, sentendomi come quegli animali. Hanno fame e sono fuori per ottenere ciò di cui hanno bisogno. Come Lou”. 

Dopo il flop del film ad alto budget Prince of Persia: Sabbia del Deserto, Jake Gyllenhaal ha iniziato ad impegnarsi in film indipendenti, tra cui End of Watch e il doppio ruolo di Enemy. "A volte le persone mi chiedono: “Stai facendo questi film più piccoli ora. No, voglio solo affrontare il personaggio in un modo diverso" ha spiegato Gyllenhaal. “Non in modo fastidioso. Si può davvero vivere l'amore e divertire il pubblico”. E aggiunge: "Guardo il lavoro passato che ho fatto e penso: 'Vorrei poterlo rifare di nuovo. Tagliare e cucire”.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA