questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

L’Inizio della Fine Harry Potter e i Doni della Morte – Parte I

Attualità, Recensioni

16/11/2010

Dinamico, dark e diverso dai film del passato:  tre qualità che incominciano per D di una produzione che, in fin dei conti, è stato meglio non avere visto convertita in versione tridimensionale. Il 3D, quello tecnico, non avrebbe aggiunto, infatti, nulla o quasi a questo film in cui tutti i nodi di una storia iniziata cinematograficamente quasi un decennio orsono stanno per venire al pettine in una storia adulta e emozionalmente differente da quanto abbiamo visto fino ad oggi.

Harry Potter e i Doni della Morte – Parte I non è un film ‘facile’ e, forse, non lo è nemmeno per bambini o chi non ha seguito lo sviluppo della trama nei sei film precedenti. Il settimo capitolo, infatti, è decisamente più ‘per fans’ dei suoi predecessori, obbligando anche lo spettatore più attento a dei salti di memoria verso il passato per ricordare personaggi e oggetti che di questa avventura costituiscono la spina dorsale.

Il regista David Yates mette a frutto la sua esperienza nel genere thriller per dare vita ad una storia dai toni cupi in cui lo scontro finale tra Harry Potter e Voldermort sembra riecheggiare lo spettro del nazismo, agitando il moloch di una guerra ‘dovuta’ per eliminare tutti i mezzosangue e i babbani, ovvero quelli che non sono dei maghi puri.

Memorie di eugenetica, l’orrore per l’assassino dei genitori del povero Harry, la violenza che circonda questo film lo rendono, certamente, più adatto agli appassionati della serie di libri e di film che in questo capitolo trova le premesse della sua sublimazione che avverrà con l’uscita dell’appuntamento finale nel luglio 2011.

Una pellicola, dunque, di grande impatto in cui le inevitabili tempeste ormonali dell’adolescenza dovranno acquietarsi ed essere momentaneamente messe da parte per colpa di un pericolo grandissimo in cui il Bene e il Male dovranno scontrarsi in una battaglia finale che, in questo momento, non prevede esclusione di colpi.

Harry Potter e i Doni della Morte – Parte I, come il miglior dramma dall’eco shakespeariana, lascia sul campo caduti illustri e personaggi beneamati pronti a tutto per salvare Harry Potter e fare in modo che, alla fine, a trionfare siano quei valori che rendono il nostro mondo un luogo migliore dove potere vivere e, talora, praticare la magia con grande libertà e serenità.

Nonostante alcuni momenti di stanca e, forse, un po’ ridondanti conditi da qualche sbadiglio, i film resta una pellicola avvincente piena di colpi di scena che lasciano ben sperare per la seconda e ultima parte di una delle saghe cinematografiche più redditizie e amate della storia.

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA