questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Lillo & Greg. Un Natale senza rete

Attualità, Personaggi

04/07/2014

Il cinepanettone è morto. Viva il nuovo cinepettone 'Lillo & Greg". Non molla la presa sullo slot di Natale il produttore Aurelio De Laurentiis che da più di 30 anni occupa con straordinari risultati e con una galleria di cinepanettoni coniugati in tutte le salse. Ma chiude ufficialmenbte la formula trentennale, che lo ha reso ricco e famoso. “Con lo scorso film di Natale, Colpi di fortuna si è chiuso un ciclo, ma abbiamo scoperto Lillo & Greg con i quali abbiamo stretto un accordo fino al 2020." Insomma De Laurentiis molla la barca di Neri Parenti, De Sica etc. e apre un nuovo filone, affidandosi a Volfango De Biasi come regista, ma soprattutto all'estro di Lillo & Greg, destinati a diventare il nostro tromentone sotto l'albero.  Lo ha annunciato lo stesso De Laurentiis, venuto assieme al figlio Luigi, a Riccione per presentare il film nell'ambito della manifestazione Ciné. "Non sarà più un film a episodi, ma con un unica storia, molto comica e siamo felici di affidare a Lillo e Greg, già nel cast di Colpi di fulmine e Colpi di fortuna, il ruolo di protagonisti assoluti" - ha dichiarato il produttore del film che uscirà il 18 dicembre. 

"Il film è ancora in fase di scrittura - ha aggiounto De Laurentiis, e sarà diretto da Volfango De Biasi e avrà nel cast, accanto a Lillo & Greg, altri attori tra i quali Paola Minaccioni e Paolo Calabresi. Il produttore ha poi mostrato un video nel quale i due attori si scusavano per non poter essere presenti alla convention di Riccione, e proprio sulle loro immagini i due comici romani si sono presentati a sorpresa sul palco, dove hanno proposto 10 minuti di gag esilaranti. La storia del film ruota intorno al personaggio di un bambino, che viene affidato al fratello del padre e al fratello della madre, ovvero Lillo e Greg  - racconta quest'ultimo -  perché entrambi i genitori sono stati arrestati. I due zietti faranno di tutto per far trascorrere un buon Natale al bambino e per questo motivo faranno di tutto per evitare che cada nelle grinfie degli assistenti sociali.

Non crediamo che la formula del cinepanettone sia morta - hanno aggiunto scherzando sull'accusa, proveniente dalla platea, di essere i killer del cinepanettone.  "Filmauro già pensava di cambiare strada. In quella strada nuova siamo capitati noi".

 

Scritto da Piero Cinelli
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA