questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Lezioni di cioccolato 2, Luca Argentero: ‘Mattia, il mio alter ego’

Attualità, Personaggi

07/11/2011

Torna in sala questo Venerdì quattro anni dopo lo strepitoso ed inaspettato successo del primo episodio (2.576.000 di euro al botteghino e 2.552.000 telespettatori al primo passaggio tv) Lezioni di cioccolato 2, prodotto da Cattleya e distribuito da Universal in 300 copie. Una commedia gradevole, dolce, come suggerisce il nome e soprattutto garbata, una boccata d’aria in un mare di pellicole che sempre più spesso ricorrono alla volgarità più becera per strappare una risata. Si ride e ci si intenerisce molto con questo film, complici le new entries nel cast, Angela Finocchiaro e Vincenzo Salemme, ma soprattutto grazie alla collaudata coppia Hassan Shapi/Luca Argentero. Dietro la macchina da presa Alessio Maria Federici, al suo debutto dopo anni trascorsi come aiuto regista. “ Sono stato felice di poter lavorare con questo cast e di raccontare come volevo io una storia che spero diverta – dichiara in conferenza stampa – ed è stato bello dopo tanti anni trascorsi a lavorare a progetti degli altri, poter raccontare qualcosa che mi appartenesse”. Lezioni di cioccolato 2 è tra le altre cose una commedia che tratta di interculturalità ed in molti vi hanno visto l’influenza di certe produzioni di Bollywood… “Molte cose le ho viste e prese da quei film – spiega Federici - ma semplicemente per rappresentarle in maniera diversa, mi sono concentrato sulle cromie dei colori e dei sentimenti. Per quel che riguarda il tema dell’interculturalità, ho preso dalla mia esperienza personale, io ho dei fratelli adottivi, ho rappresentato quindi la mia normalità”.

La pellicola è inoltre veicolo di una grande product placement, quello con la Perugina: “Ringraziamo la squadra della Perugina – dichiara la produzione – si tratta di un product placement che non infasidisce, anzi arricchisce”. Ad intervenire su questo argomento è anche lo sceneggiatore Fabio Bonifaci: “Con Cattleya avevamo un accordo molto chiaro, per quello che riguarda il product placement non ho mai ricevuto pressioni, da parte mia ritengo che l'uso di prodotti al cinema non sia un male, lo è quando viene percepito come spot pubblicitario, quindi se venisse percepito così forse ho sbagliato qualcosa in fase di scrittura. In questo caso, il marchio serviva a raccontare la storia, è stato un lavoro di collaborazione senza alcuna volontà di fare uno spot".

La storia riprende tempo dopo la fine del primo capitolo: il geometra Mattia incontra nuovamente il cioccolataio Kamal: insoddisfatto dal suo lavoro e abbandonato dalla fidanzata (Violante Placido non è più nel cast) propone all’amico di mettersi in società ricevendo un secco no in risposta. Le strade dei due torneranno però ad incrociarsi quando Kamal avrà bisogno che Mattia si finga nuovamente egiziano per tirarlo fuori da piccoli guai con la legge, ricambiando il favore insegnando al ragazzo come conquistare una giovane egiziana, ignorando si tratti della sua preziosissima figlia…

E’ lo sceneggiatore Fabio Bonifacci a raccontarci la nascita di questo nuovo episodio: “Quando si è iniziato a parlare del sequel avevo ancora un territorio molto ampio da esplorare, quello che riguarda l'amore ed il ruolo della donna. Mi divertiva l'idea di ricominciare l'incontro scontro tra Mattia e Kamal su questo tema. Ero spaventato dall'idea di raccontare i cosiddetti immigrati di nuova generazione, che fanno notizia solo quando vanno in nazionale, ma in realtà sono molti, a cavallo tra due culture e tradizioni. Raccontare il punto di vista di una ragazza di vent'anni che vive questa situazione mi intrigava e ho scoperto che valori così diversi dai nostri, sono molto simili a quelli che trovavamo 50 o 60 anni fa". Lodi sperticate al regista (‘un genio’‘ una sorpresa’) e alla produzione da parte dell'intero cast che sottolinea, l’incredibile armonia sul set.

Luca Argentero, convincente protagonista parla con entusiasmo del film e del suo personaggio. Trentatre anni, di cui cinque trascorsi dividendosi tra cinema e tv, pochi per parlare di consacrazione, abbastanza per sottolinearne il talento e la palpabile voglia di migliorarsi. Luca quanto ti ha intrigato questo personaggio? Sorride, sorride tanto Argentero: “Innanzittutto vorrei dire che punto alla trilogia! E al cofanetto per il prossimo Natale naturalmente! Parlando seriamente, io sono innamorato di Mattia, posso definirlo come una sorta di mio alter ego, tranne per l’aggettivo di ‘scannadonne’ io non lo sono per niente. Io vengo da una famiglia di costruttori, e Mattia rappresenta per me il destino al quale sarei andato incontro se non mi fosse successo tutto questo. Lo amo anche perché nel suo percorso scopre una cosa, cioè il piacere di fare qualcosa bene, qualcosa con amore, quello che è successo a me che ho scoperto come è bello esser circondato da un gruppo di persone che fanno questo mestiere perché guidate da grande passione. Grazie ad Alessio sul set abbiamo avuto la più bella selezione di esseri umani, parlo di troupe e non solo di cast”. Attualmente in tv con Le Iene, è il segnale di voler intraprendere un nuovo percorso, stai cercando un altro tipo di equilibrio? “ No, la mia è un incursione in un mondo che non conosco, la tv non l’ho mai fatta prima, l'ho solo subita, il mio non è un cambio di direzione, mi piace fare questo e continuerò a farlo se me ne daranno la possibilità”.

“Alessio mi piaceva da tempo – spiega invece Angela Finocchiaro - e la possibilità di lavorare con Salemme mi interessava così come quella di creare la commedia e di divertirsi a farla”. “Il mio ruolo era molto carino – prosegue Salemme - Alessio è stato una scoperta così come Bonifaci e Luca.. Luca… guardatelo, la natura già gli ha dato tutto, ed è pure simpatico, allora pensi, bè sul set sarà una ‘chiavica’ invece recita pure bene e piace!”

Girato a Perugia in sette settimane, il film si avvale delle musiche del bravo Francesco Cerasi. Nel cast troviamo anche Nabiha Akkari, Giorgia Surina e Barbara Folchitto.

 

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA