questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Le uscite di settembre

Attualità

04/08/2011

Sul fronte americano dominano fantasy e fantascienza, con tre titoli potenti che partono dal 31 agosto con Green Lantern, proseguono il 9 settembre con Super 8 per chiudere il periodo, il 23, con L'alba del pianeta delle scimmie. Sempre sul versante fantasy per le famiglie il 16 arrivano I Puffi,lo stesso giorno di The Eagle, una via di mezzo tra il fantasy e il peplum. Sempre dagli Usa, anche se l'autore è danese, un grande film d'azione: Drive, destinato a lasciare il segno nel genere, poche invece le commedie da oltreoceano, costrette a smobilitare da una vera e propria pioggia di commedie italiane, che con la speranza di cavalcare l'onda lunga del successo di questo genere nella passata stagione, si moltiplicano in modo esponenziale. Un vero e proprio battaglione che merita un discorso a parte. Sulla spinta del festival di Venezia il cinema di qualità schiera un calendario fittissimo di autori eccellenti, tra cui molti italiani: Polanski, Soderberg, Cronenberg, Almodovar, Crialese, Olmi... Peccato vederli così ammassati.

Fantasy, fantacienza, fanta-horror, fanta-storico

Si comincia il 31 agosto, con il fanta supereroico Green Lantern. Un nuovo franchise di fantascienza, naturalmente in 3D. Una grande avventura epica attraverso le galassie, con l'incontro con le più straordinarie popolazioni aliene, ed una guerra all'ultimo pianeta, con un cattivo di proporzioni stellari. I Green Lantern sono dei guardiani chiamati a mantenere l'ordine intergalattico grazie ai superpoteri che gli vengono trasmessi da un anello. Hal Jordan (Ryan Reynolds) è il primo terrestre a vestire la divisa di Lanterna Verde. Toccherà a lui, ovviamente, a difendere la salvezza della terra.

La settimana successiva, il 9 settembre, arriva Super 8, già cult in Usa. grazie alsodalizio di talenti Abrams (regista) - Spielberg (produttore). La storia, ambientata in una piccola cittadina dell'Ohio nell'estate del 1979, segue un gruppo di ragazzini che stanno girando un filmino amatoriale (il super 8 del titolo) in una stazione ferroviaria abbandonata. Improvvisamente, quanto inaspettatamente, arriva un treno su dei binari dismessi da anni, che esplode all'impatto con un camion fermo sulle rotaie. Dalle lamiere emergono misteriose scatole e si intravedono strane figure. I ragazzi scappano sconvolti, mentre interviene l'esercito. Ma il colpo finale deve ancora venire! Difficile elencare tutti i motivi di interesse, oltre a quelli più evidenti dei due autori, il genere fanta thriller, la nostalgia degli anni 80, la scoperta di un mostro alieno nuovo di zecca...

A metà mese (16 sett.), ringiovaniti e rinvigoriti da uno smagliante 3D, arrivano I Puffi in una combinazione live-action e CGI. Cacciati dal loro villaggio dal perfido Gargamella i nanetti blu approdano a New York. E, come potete immaginare conquistano la Grande Mela, trasformandola nella capitale degli omini azzurri. Successo annunciato. Anche Blood Story, in uscita il 16, è una favola. Horror. Remake americano del cult svedese Lasciami entrare, racconta una storia di amore e di sangue tra due quasi-adolescenti. Siamo dalle parti di Twilight, ma con due bambini al centro della storia e con un registro molto più horror. Presentato al festival di Roma dell'anno passato (con il titolo originale Let Me In) il film conquistò la stampa. Più peplum che fantasy, tra gladiatori e centurioni, il britannico The Eagle (in uscita il 16 settembre) segue il viaggio del giovane centurione romano Marcus Aquila, nelle lande remote della Scozia, nel secondo secolo dopo Cristo, alla ricerca della scomparsa nona legione, comandata dal padre.

Un altro titolo mainstream il 23 settembre: L'alba del pianeta delle scimmie, reboot del 'mitico' Pianeta delle scimmie (1968). Siamo ai giorni nostri, a San Francisco, dove un giovane scienziato scopre che alcuni farmaci riescono a provocare uno sviluppo accellerato dell'intelligenza su una scimmia che darà il via ad una violenta guerra con gli uomini per la supremazia. Gli effetti visivi - post Avatar - realizzati da Weta Digital, la presenza di Andy Serkis (Gollum) nel ruolo della scimmia leader, oltre ad un cast di primissimo piano, garantiscono un prodotto di altissimo livello. Vedere per credere.

Action-Drammatici

Il titolo di punta del mese (in uscita il 30 settembre) è sicuramente Drive, una pellicola adrenalinica e sulfurea diretta dal visionario regista danese Nicolas Winding Refn, ed interpretata da Ryan Gosling, che racconta la storia di un uomo, meccanico e stuntman professionista di giorno, e pilota a servizio della criminalità di notte, che dopo un colpo andato male diventa un bersaglio. Premiata dalla Giuria al Festival di Cannes, è a tutti gli effetti un film d'autore, ma destinato a diventare un cult anche tra i giovani. Sempre il 30 settembre arriva dalla Cina il primo soft-porn in 3D, dopo aver battuto, ad Hong Kong, gli incassi di esordio di Avatar. Sex and Zen 3D ci trasporta nella Cina antica dove un erede della Dinastia Ming, convinto che ognuno debba sperimentare i piaceri sessuali, si trasferisce in un harem dove verrà istruito da due splendide ed esperte insegnanti. Cinema d'autore Settembre è anche il mese della Mostra del Cinema di Venezia, che quest'anno presenta la 68a Edizione (vedi nostro speciale a parte). E pertanto è anche un mese straricco di proposte autoriali, provenienti direttamente dal festival di Venezia e non solo. Grande cinema d'autore con quattro titoli doc. Tre di provenienza 'veneziana', ed uno reduce da Cannes. Il primo ad uscire, il 9, in contemporanea con la presentazione veneziana, è Contagion di Steven Soderbergh, un thriller interpretato da Matt Damon, Jude Law, Gwyneth Paltrow e Kate Winslet. La trama: un team internazionale di medici, assunti dal “Centers for Disease Control and Prevention”, ha il difficile compito di debellare una pericolosissima malattia letale. La settimana successiva, ed anche questo in concorso a Venezia, uscirà Carnage di Roman Polanski. Svariati motivi di interesse per questa 'piccola' pellicola del grande regista polacco. Il primo è l'averla ideata e in parte lavorata durante il periodo di arresti domiciliari. Il secondo è la celebre pièce teatrale da cui è tratta (e Polanski notoriamente si esalta in ambienti ristretti). Infine un cast a dir poco 'mostruoso' da John C. Reilly a Jodie Foster, da Christopher Waltz a Kate Winslet (protagonista anche del film di Soderbergh). La trama, essenziale, racconta la deriva di due coppie di genitori che si incontrano, dopo che i rispettivi figli si sono affrontati in una rissa scolastica. L'altro titolo, in uscita il 23, è La piel que habito di Pedro Almodòvar, passato in concorso a Cannes, dove il maestro del melodramma spagnolo sconfina nell'horror. Al centro un chirurgo plastico, interpretato da Antonio Banderas, che mette in atto una vendetta 'chirurgica' sotto tutti i punti di vista, nei confronti dell'uomo che gli ha stuprato la figlia. Infine, la settimana successiva, ovvero il 30 settembre, dopo il 'battesino' veneziano, tocca a David Cronenberg con A Dangerous Method, in odore di polemiche vista la annunciata rilettura tutt'altro che assolutoria della vita del padre della psicanalisi. Dramma psicanalitico in senso letterale, al centro il turbolento rapporto tra il giovane psichiatra Carl Gustav Jung (Fassbender), il suo maestro Sigmund Freud (Mortensen) e Sabina Spielrein (Knightley), la giovane e bella paziente che si frappone tra loro.

Commedie

'Ottima e abbondante' l'offerta di commedie. Oltre alle numerose commedie italiane, arriverà dagli Usa la cattiva professoressa Cameron Diaz di Bad Teacher, una storia molto scorretta (ed oltreoceano vietata ai minori) di una professoressa che in barba agli insegnamenti etici, cerca con ogni mezzo di sbarazzarsi di una collega per ottenere le grazie di un neo-professore in odore di grande ricchezza. Bad teacher uscirà il 31 agosto. A pieno titolo tra le commedie doc arriva dalla Francia Niente da dichiarare (Rien a declarer), nuova fatica dell'autore di Benvenuti al Nord (da cui il remake italiano Benvenuti al Sud) storia di due doganieri, uno francese e l'altro belga, che dopo un odio ventennale sono costretti ad unirsi pre fronteggiare la chiusura delle dogane seguita all'Unione Europea. A metà strada tra commedia e dramma, con gags divertenti e perfino qualche lacrimuccia, Crazy, Stupid Love (in uscita il 16) con Steve Carell, Ryan Gosling e Julianne Moore, storia di una coppia che si divide e dei tentativi tragicomici di rifarsi una vita. Sempre sul doppio binario di commedia nera e poliziesco, l'irlandese The Guard, storia di un poliziotto di provincia sui generis, interpretato da Brendan Gleeson, con un senso dell'umorismo sovversivo ed una predilezione per le prostitute, che si trova suo malgrado costretto ad allearsi con un rigido agente dell'FBI (Cheadle) giunto dagli States per scovare una banda internazionale di narcotrafficanti.

Il calendario di settembre

31 agosto Green Lantern

Bad teacher

2 settembre

The hungry rabbit

Cose dell'altro mondo

Ruggine

Solo per vendetta

7 settembre

Terraferma

Questa storia qua

9 settembre

Super 8

Contagion

L'ultimo terrestre

Tutta colpa della musica

Box Office 3D

16 settembre

The Eagle

Il Debito

God of carnage

I Puffi

Crazy, Stupid love

Il villaggio di cartone

Blood Story

23 settembre

Mozzarella stories

L'alba del pianeta delle scimmie

Niente da dichiarare

La pelle che abito

Come fa a far tutto?

30 settembre

Sex and Zen 3D

Drive

A dangerous method

Cambio vita

Better life

Baciato dalla fortuna

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA