questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Le uscite del 27 agosto

Anteprime, Attualità

26/08/2015

Riparte di gran carriera la stagione cinematografica, con dieci film in uscita. Un cavallo di razza per il pubblico familiare e una valanga di titoli per la riapertura, dopo una lunga pausa estiva, delle sale cittadine e dei circuiti d'essai. 

Titolo di punta per la rentrée delle famiglie, arriva finalmente anche in Italia Minions, l'attesissimo spin off di Cattivissimo Me, questa volta senza il cattivissimo Gru, ma con una degnissima sostituta che porterà gli adorabili esserini gialli nella swinging London degli anni 60, dove dovranno affrontare la loro sfida più grande: salvare la loro specie 'cattivo-dipendente'.  Si rivede anche il cinema italiano, con due titoli d'autore. Esce finalmente La bella gente, il film di De Matteo girato sei anni fa, e che fino ad oggi non aveva trovato una distribuzione. Una storia alla Haneke, dove i buoni propositi di una coppia di intellettuali progressisti, che decidono di togliere dal marciapiede una baby prostituta rumena, vengono messi in crisi dal confronto con la realtà. In un posto bellissimo segna invece una eccellente prova d'attrice per Isabella Ragonese, diretta per la seconda volta da Giorgia Cecere, in una storia intimista di emancipazione dove gli eventi, le emozioni e le trasformazioni si consumano nello spazio interiore della protagonista. 

Due le commedie, una francese ed una britannica. Commedia romantica francese, nonostante il titolo, Love is in the air è tutta giocata nella cabina di un aereo in volo da New York a Parigi, dove due ex si rincontrano per caso, vicini di posto, per scoprire che forse avrebbero ancora molte cose da dirsi. Dopo qualche annetto di pausa torna Hugh Grant diretto per la quarta volta da Marc Lawrence, in Professore per amore, una nuova commedia sentimentale scritta su misura per il suo personaggio di sciupafemmine al capolinea alla ricerca di una nuova occasione sentimentale e professionale.

Quattro titoli drammatici, a cominciare dallo statunitense Qualcosa di buono, una storia estrema e strappacuore per la premio Oscar Hillary Swank, alle prese con una malattia che la annienta progressivamente e che trova nel sodalizio con una giovane universitaria, scelta inizialmente come badante, il suo unico contatto con la vita. Il greco A Blast, è un ritratto di famiglia in un interno degradato, specchio di un paese allo sbando, raccontato da uno dei giovani registi della nouvelle vague greca, e presentato a Locarno 2014. Nell'australiano Partisan Vincent Cassel è un padre-padrone che educa i figli ad uccidere in una metaforica favola nera che predica il ritorno allo stato ferino. Infine l'ungherese Il grande quaderno è l' adattamento del primo romanzo della Trilogia della città di K. della scrittrice  Agota Kristof.  Ambientato in un imprecisato villaggio durante la seconda guerra mondiale, racconta la raccapricciante educazione alla sopravvivenza di due gemelli abbandonati dalla madre presso una nonna ostile. 

Ultimo prezioso titolo della settimana il documentario iraniano Taxi Teheran, Orso d'Oro al Festival di Berlino 2015, il regista Jafar Panahi lo ha realizzato piazzando la telecamera sul cruscotto del suo taxi e mettendosi alla guida per le vie di Teheran, registrando i commenti dei passeggeri. 

A BLAST

Regia  Syllas Tzoumerkas. Con Aggeliki Papoulia, Vassilis Doganis, Maria Filini, Themis Bazaka. 83', Microcinema, Drammatico.

Una giovane mamma greca alle prese con i conti che non tornano, un marito infedele, una madre invidiosa, una sorella con problemi mentali, e una nazione allo sbando.  

IL GRANDE QUADERNO

Regia Janos Szasz. Con László Gyémánt, András Gyémánt, Piroska Molnár, Ulrich Thomsen. 113', Academy2, Drammatico.

In fuga dalla città devastata dai bombardamenti, una madre abbandona due gemelli adolescenti nella casa di campagna della nonna, dove lontano da qualsiasi affetto dovranno imparare le durissime regole della sopravvivenza. 

IN UN POSTO BELLISSIMO

Regia Giorgia Cecere. Con Isabella Ragonese, Alessio Boni, Piera Degli Esposti, Paolo Sassanelli. 100', Teodora, Drammatico.

Il difficile e tortuoso percorso verso l'indipendenza di una giovane donna sposata che vive all'ombra del marito e della tranquilla esistenza borghese di una piccola città di provincia.

LA BELLA GENTE

Regia Ivano De Matteo. Con Monica Guerritore, Antonio Catania, Iaia Forte, Giorgio Gobbi. 98', Cinecittà-Luce, Drammatico.

Una psicologa cerca di togliere dal marciapiede una baby prostituta mettendo a rischio la propria vita familiare.

LOVE IS IN THE AIR

Regia Alexandre Castagnetti. Con Ludivine Sagnier, Nicolas Bedos, Jonathan Cohen, Arnaud Ducret. 96', Nomad, Sentimentale.

Il destino vuole che una ex coppia di fidanzati, tre anni dopo la rottura della loro relazione, si ritrovi vicini di posto in aereo, rimettendo inevitabilmente in gioco ricordi, risentimenti e sentimenti. 

MINIONS

Regia Pierre Coffin, Kyle Balda. 91', Universal,  Animazione. 

Alla ricerca di un nuovo cattivo da servire - tre Minion incontrano finalmente la prima vera super-cattiva della storia, impegnata col maritino scienziato a impadronirsi del mondo.

PARTISAN

Regia Ariel Kleiman. Con Vincent Cassel, Nigel Barber, Jeremy Chabriel, Florence Mezzara. 98', I Wonder, Drammatico.

Gregori, unico uomo adulto e capo della comunità composta da donne e bambini di un remoto villaggio,  insegna a coltivare la terra ma anche a uccidere, ai bambini che sta crescendo. Ma il nuovo arrivato, Leo, sembra non essere d'accordo con lui...

PROFESSORE PER AMORE

Regia Marc Lawrence. Con Hugh Grant, J. K. Simmons, Marisa Tomei, Allison Janney. 106', Adler, Commedia.

Un ex sceneggiatore di successo, divorziato e caduto in disgrazia, accetta un posto da insegnante in una università di provincia.

QUALCOSA DI BUONO

Regia George C. Wolfe. Con Hilary Swank, Emmy Rossum, Josh Duhamel, Stephanie Beatriz. 104', Koch Media, Drammatico.

Dopo aver scoperto di essere affetta da SLA, una giovane donna sposata decide di prendersi come badante una inesperta ma vitale universitaria.

TAXI TEHERAN

Regia Jafar Panahi. 82', Documentario.

Passeggeri di diversa estrazione sociale salgono e scendono da un taxi, guidato dallo stesso regista, per le vie di Teheran.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA