questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Le uscite del 18 dicembre

Anteprime, Attualità

17/12/2014

Arriva la seconda ondata di film natalizi, la più consistente in termini di pesi e misure ‘cinematografiche’, con otto nuovi titoli: due blockbuster, due produzioni italiane mainstream e quattro pellicole d’autore che si aggiungono agli altri titoli ‘strenna’ usciti la scorsa settimana per contendersi il fantomatico pubblico ‘familiare’ delle feste comandate. Una vera e propria guerra per una torta sicuramente ricca, ma che per alcuni inesorabilmente sarà molto amara. Due classici che più classici non si può sono il cartone disneyano ed il fantasy tolkeniano. Il primo che cerca di bissare il successo di Frozen dello scorso Natale è Big Hero 6, dove i tradizionali valori familiari Disney si fondono con il mondo supereroico Marvel e con gli anime giapponesi per una favola futuristica che saluta la nascita del nuovo super-eroe Baymax, un pacifico e adorabile robot ‘all-white’ tuttofare, dalla grande pancia e dal grande cuore.  Il secondo Lo Hobbit La battaglia delle cinque armate chiude la trilogia dello Hobbit riallacciandola simmetricamente all’inizio della precedente trilogia dell’anello e ridando unità al progetto colossale di sei film di Peter Jackson, tratti dai romanzi di Tolkien. Un finale epico dove dopo l’uccisione del drago impazzito si scatena una guerra di tutti contro tutti e l’avidità, il potere, la gloria, sembrano avere la meglio sui tentativi di Bilbo di difendere la Terra di Mezzo. Ma la novità più interessante viene dall’Italia che con Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores getta una doppia sfida: ai cinecomic made in Usa ed ai cinepanettoni made in Italy, realizzando la storia tenera e inquietante del primo supereroe italiano,  un ragazzino di 13 anni con il dono (ma anche la maledizione) di poter diventare invisibile. Sul fronte delle cinecommedie, mai così caldo come quest’anno, arriva Un natale stupefacente il nuovo cinepanettone di Aurelio De Laurentiis senza Neri Parenti e senza Christian De Sica, ma con l’unica conferma in squadra (dopo Colpi di fulmine e Colpi di fortuna) della coppia Lillo & Greg, nei panni di due inadeguati e inaffidabili zietti improvvisamente costretti a prendersi cura del nipotino di 8 anni. Affollato all’inverosimile anche il fronte del cinema d’autore. Capofila il grande Ken Loach che dopo Il vento che accarezza l’erba torna in Irlanda con Jimmy’s Hall, una storia vera degli anni 30, dove una sala da ballo ed il suo gestore diventano il simbolo dell’eversione agli occhi della classe politica impegnata a sopprimere qualsiasi sogno di libertà. Anche il thriller-noir di David Fincher L’amore bugiardo Gone Girl rappresenta una valida alternativa all’offerta esorbitante di commedie natalizie, inseguendo gli imprevedibili percorsi sotterranei della psiche e della violenza sulla pelle di una coppia infelice e scoppiata dove improvvisamente succede qualcosa di molto strano. Con St. Vincent si ritorna nel dominio della commedia, una commedia agrodolce e buonista a cui l’estro di Bill Murray dà un sapore del tutto particolare, dando vita ad un personaggio bizzarro e sgradevole, che suo malgrado conquista le simpatie di un ragazzino vicino di casa. Possiamo chiudere il menu della settimana con una raffinata quanto breve (dura 64’) pellicola d’animazione francese, Un gatto a Parigi, già candidato all’Oscar nel 2011, che racconta la storia d’amore tra un avventuroso gatto parigino e la sua coraggiosa padroncina.

BIG HERO 6

Regia Don Hall, Chris Williams. 102’, Walt Disney, Animazione.

Nella megalopoli  futuristica di San Fransokyo il piccolo e geniale Hiro costruisce dei mini-robot addestrati per i combattimenti clandestini, al contrario del fratello più grande, anche lui un genio dell’elettronica, che assieme ai suoi quattro bizzarri colleghi, ha progettato un robot in grado di dare assistenza alle persone anziane. La proiezione di Big Hero 6 sarà preceduta dal teaser trailer di Star Wars - Il Risveglio della Forza.

LO HOBBIT LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE

Regia Peter Jackson. Con Ian McKellen, Martin Freeman, Richard Armitage, Evangeline Lilly, Lee Pace. 144’, Warner Bros., Fantasy.  

Dopo la restituzione delle vaste ricchezze dei nani, e la sconfitta del drago Smaug, mentre le razze di Nani, Elfi e Uomini si combattono tra loro, un antico nemico ha fatto ritorno alla Terra di Mezzo:  Sauron, il Signore Oscuro. 

JIMMY’S HALL

Regia Ken Loach. Con Barry Ward, Simone Kirby, Andrew Scott, Jim Norton. 100’, Bim, Drammatico-Storico. 

In un'irlanda sull'orlo della guerra civile Jimmy Gralton apre una sala da ballo dando ai giovani un posto dove incontrarsi e divertirsi, ma ben presto Chiesa e politici ne faranno un bersaglio da distruggere...

IL RAGAZZO INVISIBILE

Regia  Gabriele Salvatores. Con Ludovico Girardello, Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio, Christo Jivkov, Noa Zatta. 100’, 01 Distribution, Fantasy. 

Un adolescente sfigato, mediocre, timido e insicuro, segretamente innamorato di una compagna di classe che non lo degna di uno sguardo, scopre per caso di possedere un superpotere: quello di poter diventare invisibile. 

GONE GIRL L’AMORE BUGIARDO

Regia David Fincher. Con Ben Affleck, Rosamund Pike, Neil Patrick Harris, Tyler Perry. 145’, 20th Century Fox, Drammatico.  

Nel giorno del quinto anniversario di matrimonio di una giovane coppia, la moglie scompare misteriosamente, lasciando tracce di sangue per terra, e il marito diventa il sospettato numero uno della sua sparizione. 

UN NATALE STUPEFACENTE 

Regia Volfango De Biasi. Con Pasquale Petrolo, Claudio Gregori, Ambra Angiolini, Paola Minaccioni, Paolo Calabresi. 100’, Universal, Commedia.

Alla vigilia delle feste natalizie, in seguito all’erroneo arresto dei genitori, zio Remo e zio Oscar sono costretti a prendersi cura del nipotino di 8 anni. 

ST. VINCENT

Regia Theodore Melfi. Con Bill Murray, Melissa McCarthy, Naomi Watts, Chris O'Dowd. 102’, Eagle Pictures, Commedia.

Un dodicenne, dopo aver traslocato con la madre in un nuovo appartamento dopo la separazione dei genitori, stringe amicizia col vicino di casa, misantropo, sboccato, col vizio della bottiglia, ma dal grande cuore. 

UN GATTO A PARIGI

Regia  Alain Gagnol, Jean-Loup Felicioli. 64’, Pfa, Animazione.

Un gatto parigino dalla doppia vita. La comoda casa di una poliziotta (e l’amore della piccola figlia) di giorno e il lavoro con un ladro, di notte.   

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA