questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Le uscite del 16 aprile

Attualità

15/04/2010

Tra uomini che sfidano gli Dei, messaggeri di morte, rockettari iraniani perseguitati dal regime e ladri di polli gentiluomini, un week end pieno di storie a tinte ed emozioni forti. A cominciare dalla rivisitazione della mitologia greca di Scontro tra Titani e l' epica guerra tra un gruppo di valorosi guerrieri guidati da Perseo, figlio di un Dio, contro il potentissimo Dio degli Inferi. Remake di un peplum degli anni 80, con il gigante di Avatar, Sam Worthington, nel ruolo di Perseo, e con un occhio a 300, Scontro tra Titani rilancia in 3d il colossal in costume.

Dalla guerra mitologica a quella di oggi. In sottofondo. Oltre le regole - The Messenger mette in scena due militari addetti alla notifica alle famiglie delle vittime di guerra. Portatori di notizie che nessuno vorrebbe udire, si trincerano dietro una rigida etichetta, finché una giovane vedova non aprirà uno squarcio nella gelida routine. Dalla guerra in Iran alla guerra ai trafficanti di droga nelle strade di Parigi, con John Travolta detective impegnato in imprese ai limiti del pulp. Stiamo parlando di From Paris with love, un action made in France, ma con stile tipicamente hollywoodiano.

Anche Wes Anderson, autore di culto dei Tenenbaum, cambia registro, passando al cinema d'animazione con Fantastic Mr. Fox, una favola più vicina a Tim Burton che ad Esopo. Storia esilarante di una eccentrica volpe con il vizio di rubare galline. Cosa che scatenerà la caccia da parte dei rozzi contadini del luogo.

Sempre sul genere cinema d'autore, Perdona e dimentica di Todd Solondz, che dieci anni dopo Happiness ci rimmerge con lo stesso devastante e sarcastico pessimismo nelle esistenze in frantumi delle sorelle Jordan.

Tragedie personali miscelate con ironia e una punta di commozione.

Anche i giovani di Teheran non se la passano molto bene. I gatti persiani racconta come i giovani che amano la musica occidentale si riuniscono nelle grotte per evitare le retate della polizia. Infine Cella 211 ci trasportain mezzo ad una rivolta di un carcere spagnolo di massima sicurezza. Con un secondino costretto a fingersi galeotto.

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA