questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Le uscite del 12 marzo

Anteprime, Attualità

11/03/2015

Un week end all’insegna del cinema di qualità. E’ questa la caratteristica che accomuna le otto pellicole in uscita tra oggi e domani 12 marzo. A cominciare dalle tre pellicole americane che si inseriscono a pieno titolo nella continuità creativa di tre importanti registi, allargandone ulteriormente i confini. 

Dopo Insider, Collateral, Miami Vice, Nemico Pubblico non c’è dubbio che Michael Mann, sia mentalmente che tecnicamente, abiti un universo cinematografico un passo più avanti dei suoi colleghi di Hollywood.  Blackhat ne è la ulteriore conferma, ambientato in un mondo dove la realtà quotidiana è solo una pallida ombra di quella virtuale che passa sopra letteralmente il destino dell’umanità.

Cinque nomination agli Oscar (tra cui miglior regista, attore protagonista e non protagonista), Premio alla regia al festival di Cannes 2014, Foxcatcher diretto dal regista di Truman Capote (Bennett Miller) e interpretato da un irriconoscibile Steve Carell accanto a Mark Ruffalo e Channing Tatum, ispirato ad una drammatica storia vera, è l’allegoria di un sogno americano malato dove i protagonisti si illudono di trovare negli altri un alibi alla propria inadeguatezza.

Kenneth Branagh infine, rilegge in live action la favola disneyana di Cenerentola senza rinunciare all’ambientazione classica ma regalando ai protagonisti un piglio moderno, mai passivo e dove la storia è già scritta anche senza la scarpetta. Kate Blanchett nei panni della matrigna entra nel club esclusivo delle streghe malvagie. 

Anche la commedia italiana Ma che bella sorpresa, diretta da Alessandro Genovesi (quello di Peggior settimana e Peggior Natale della mia vita) - che porta a bordo Claudio Bisio (e lascia a terra Fabio De Luigi)-, pur inserendosi senza problemi nel filone della classica commedia all’italiana, alza l’asticella innestando in una storia dove le pene d’amore trovano conforto in una dimensione surreale, una matrice brasiliana in una Napoli quasi composta e con un impianto da commedia francese. 

L’altra pellicola italiana, Cloro, opera prima di Lamberto Sanfelice, presentata al Sundance e a Berlino, racconta la storia di una diciassettenne di Ostia che sogna di diventare una campionessa di nuoto sincronizzato. Ma dopo la morte improvvisa della madre è costretta a trasferirsi in uno sperduto paesino abruzzese, per prendersi cura dell padre caduto in depressione e del fratellino. Senza però rinunciare al suo sogno. 

Pellicola d’autore per eccellenza, Suite francese, ambientata nella francia occupata dai nazisti, racconta la storia d’amore proibita tra una donna francese sposata ed un ufficiale nazista, ed è l’adattamento dell’omonimo romanzo, pubblicato postumo nel 2004, a più di sessant’anni dalla morte (avvenuta per una tragica ironia della sorte ad Auschwitz) della scrittrice. 

Infine due documentari di vita vissuta. 

Arriva dalla Polonia Io sono Mateusz, storia di un disabile che secondo i medici vive in un isolamento dal resto del mondo che non ha soluzione. Dopo 25 anni si scoprirà che il ragazzo è perfettamente in grado di intendere e di volere. Il film racconta con gli occhi di Mateusz questi anni di apparente isolamento. 

Illustratore geniale e assolutamente controcorrente, una specie di Andrea Pazienza britannico con qualche annetto di più, Ralph Steadman viene raccontato da vari personaggi tra cui il suo amico Johnny Depp, nel documentario Per nessuna buona ragione

BLACKHAT

Regia Michael Mann. Con Chris Hemsworth, Wei Tang, Viola Davis, Ritchie Coster, Holt McCallany. 135’, Universal, Crime-Thriller.

Un brillante criminale informatico detenuto viene liberato per dare la caccia ad un cyber terrorista che dopo aver sabotato una centrale nucleare cinese e la borsa di Chicago, sta preparando qualcosa di più grande.

CENERENTOLA

Regia Kenneth Branagh. Con Lily James, Richard Madden, Cate Blanchett, Helena Bonham Carter. 112’, Disney, Fantasy.

Sessantacinque anni dopo la celeberrima versione animata, la Disney affida a Branagh un remake live-action che rispetta pienamente l’originale, dando maggiore spessore ai personaggi ed una autentico intreccio romantico alla storia. 

CLORO

Regia  Lamberto Sanfelice. Con Sara Serraiocco, Ivan Franek, Giorgio Colangeli, Anatol Sassi. 94’, Good Film, Drammatico.

In seguito alla morte della madre una adolescente deve rinunciare ala passione del nuoto sincronizzato per seguire il padre depresso ed il fratellino in un paesino abruzzese. 

FOXCATCHER

Regia  Bennett Miller. Con Steve Carell, Channing Tatum, Mark Ruffalo, Vanessa Redgrave, Sienna Miller. 134’, Bim, Drammatico.

La vera storia di John du Pont, il paranoico erede dell'impero chimico di famiglia, che assassinò nel 1996 il campione di wrestling David Schultz. 

IO SONO MATEUSZ

Regia Maciej Pieprzyca. Con Dawid Ogrodnik, Dorota Kolak, Arkadiusz Jakubik, Helena Sujecka. 112’, Drammatico.

Al piccolo Mateusz, gravemente disabile, è stata diagnosticata una paralisi cerebrale. I medici sono convinti che non capisca niente. I suoi genitori no. Dovranno passare 25 anni perché si scopra che il ragazzo è perfettamente in grado di intendere e di volere. 

MA CHE BELLA SORPRESA

Regia  Alessandro Genovesi. Con Claudio Bisio, Frank Matano, Valentina Lodovini, Chiara Baschetti, Ornella Vanoni. 91’, Medusa, Commedia.

Un professore di lettere milanese trapiantato a Napoli viene mollato improvvisamente dalla fidanzata. Tornerà finalmente a sorridere  grazie all’incontro con Silvia, sua nuova vicina di casa. Una donna perfetta. Ma c’è un problema: la donna perfetta non esiste! 

PER NESSUNA BUONA RAGIONE

Regia Charlie Paul. Con Johnny Depp, Terry Gilliam, Patrick Godfrey, Richard E. Grant. 89’, I Wonder, Documentario.

Lo strano e affascinante mondo di Ralph Steadman, illustratore dallo stile unico e corrosivo, legato principalmente ai lavori per Paura e delirio a Las Vegas e le opere di Hunter S. Thompson in un documentario narrato da Jonny Depp.

SUITE FRANCESE

Regia Saul Dibb. Con Michelle Williams, Kristin Scott Thomas, Matthias Schoenaerts, Sam Riley. 107’, Videa, Drammatico.

In un paesino della Francia occupata un ufficiale nazista viene dislocato in una villa dove una giovane donna con il marito caduto prigioniero dei tedeschi vive con la suocera dispotica. Contro qualsiasi logica, tra la giovane donna e l’ufficiale sboccia una pericolosa storia d’amore. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA