questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Le minirecensioni di tutti i film in uscita

Attualità, Recensioni

28/11/2013

Hunger Games La Ragazza di fuoco

Regia Francis Lawrence Con Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson, Liam Hemsworth, Jena Malone. 146', Universal, Fanta-action. 

A volte succede che i numeri 2 siano decisamente migliori del primo capitolo. E' successo con il Cavaliere Oscuro di Nolan e succede adesso con La Ragazza di Fuoco, con una produzione infinitamente più ricca, una sceneggiatura  più curata, la regia  passata nelle mani di Francis Lawrence ed una visione molto meno superficiale del futuro orwelliano in cui il film è ambientato. Anche gli attori sembrano cresciuti notevolmente a cominciare dalla straordinaria Jennifer Lawrence, che dà autentico smalto ad un personaggio ricco e complesso per non parlare degli interpreti secondari come il grande Philip Seymour Hoffman o Donald Sutherland. Insomma l'asticella è salita, e c'è da aspettarsi un finale (doppio) coi fiocchi per The Hunger Games: Mockingjay.

La mafia uccide solo d'estate

Regia  Pierfrancesco Diliberto 

Con Pierfrancesco Diliberto, Cristiana Capotondi, Claudio Gioè, Ninni Bruschetta. 90', 01 Distribution, Drammatico.  

La mafia vista dal basso. Ad altezza di un bambino, o agli occhi della gente comune. E' originale e sorprendente questo approccio di Pif ad un tema rigirato in tutti i modi come quello della mafìa, vissuta come uno scomodo e odioso compagno di viaggio nella vita quotidiana di un giovane palermitano. Di cui si può e si deve ridere, senza farsi travolgere dal disprezzo, perché non c'è arma più devastante della risata.

Free Birds Tacchini in Fuga

Regia Jimmy Hayward. 90', Adler, Animazione. 

La Festa del Ringraziamento che vista con gli occhi dei tacchini (che rappresentano il menu tradizionale di quella ricorrenza di fine novembre) rappresenta una strage che si ripete ogni anno dal 1621. Pertanto due  coraggiosi pennuti utilizzando una segretissima macchina del tempo nascosta in una base militare si faranno sparare in quella fatidica date per cercare di modificare la storia. Divertente, intelligente e ben realizzato, guarda esclusivamente al pubblico dei bambini con buona pace per gli adulti.

Come il vento

Regia Marco Simon Puccioni Con Valeria Golino, Filippo Timi, Francesco Scianna, Chiara Caselli. 110', Ambi Pictures, Drammatico. 

Ci vuole coraggio di questi tempi in cui il significato stesso della giustizia e dello Stato viene messo a dura prova dagli attacchi personali di un uomo che esige di essere considerato al di sopra delle leggi, a raccontare la storia di una donna che alle leggi ed alle istituzioni dello Stato ha dedicato la propria vita. Prima donna Direttrice di carcere  nella storia della Repubblica, Armida Miserere ha passato la vita nelle carceri di massima sicurezza, Si dice che anche i carcerieri siano dei prigionieri come i loro detenuti, ma la sua prigionia era illuminata da un senso di giustizia e delle istituzioni di cui c'è un disperato bisogno nel nostro paese. Una personalità forte accompagnata da una fragilità sentimentale, interpretata con lo stesso rigore e smarrimento da una grandissima Valeria Golino.  

Lunchbox

Regia  Ritesh Batra, Con Irrfan Khan, Nimrat Kaur, Nawazuddin Siddiqui. 105', Academy Two, Drammatico. 

Motivo d'orgoglio del Festival di Torino che con il suo TorinoFilmLab ha sviluppato la pellicola, Lunchbox, opera prima di Ritesh Batra,  è una singolare commedia sentimentale indiana, che appare come una specie di pecora nera nella rutilante e chiassosa cinematografia di Bollywood, grazie ad una leggerezza di tocco sia nella storia che nella sua messa in scena.  L'incontro a distanza di due solitudini in una delle metropoli più affollate del pianeta ricorda vagamente l'atmosfera di Una giornata particolare, dove l'equivoco ed il non detto giocano un ruolo fondamentale. 

Don Jon

Regia Joseph Gordon-Levitt Con Joseph Gordon-Levitt, Scarlett Johansson, Tony Danza, Julianne Moore. 90', Good Films, Drammatico. 

Mira alto l'attore americano Joseph Gordon Levitt per il suo esordio alla regia scegliendo due coprotagoniste come Scarlett Joahnsson e Julienne Moore. Un esordio non completamente convincente, nonostante le migliori intenzioni (Levitt firma anche la sceneggiatura) di portare sullo schermo una vicenda scomoda di dipendenza dal porno, rispetto al conformismo dilagante di coppie felici nella migliore delle società possibili. Ma purtroppo la vicenda di Don Jon, tutto casa, chiesa, palestra e porno, rimane in bilico tra comicità e drammaticità, in un limbo che  lascia spesso perplessi.  

C'era una volta un'estate

Regia  Nat Faxon, Jim Rash Con Steve Carell, AnnaSophia Robb, Sam Rockwell, Amanda Peet. 103', Fox, Drammatico.

Storia classica (e divertente) di formazione di un adolescente americano trascurato e introverso, in vacanza con patrigno bastardo, mamma assente e sorellastra odiosa, in un microcosmo vivace quanto frustrante per il giovane protagonista, paralizzato dalla sua insicurezza, che riuscirà a vincere o quanto meno gestire grazie all'aiuto imprevedibile di un bizzarro e spaccone gestore di uno scassato parco acquatico.  

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA