questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Lars Von Trier non rilascerà più dichiarazioni in pubblico

Attualità, Personaggi

06/10/2011

Arriva dopo mesi ad un punto di svolta la vicenda che ha coinvolto Lars Von Trier durante il Festival Di Cannes. Breve recap per i profani: presente durante la kermesse con il suo Melancholia ( presto in uscita nelle nostre sale), il regista durante la conferenza stampa si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni molto forti riguardo il popolo ebraico (definito ‘una spina nel fianco’) e sul suo persecutore Adolf Hitler per il quale ha espresso simpatia.

Immediatamente invitato a non partecipare più al Festival Di Cannes, Von Trier si è trincerato dietro un ostinato no comment per settimane, fino a qualche giorno fa, quando interrogato sull’argomento da GQ, ha detto di non essere pentito, ma dispiaciuto del fatto che non fosse stata colta la sua vena scherzosa sull’argomento.

Ebbene la procura di Grasse lo accuserebbe ora di violazione del divieto di giustificare i crimini di guerra, motivo per il quale il regista è stato interrogato dalla polizia. Deadline, che riporta la notizia, non lo dice esplicitamente, ma è probabile che l’avvocato e il portavoce di Von Trier gli abbiano consigliato di non rilasciare ulteriori dichiarazioni, che potrebbero peggiorare la sua posizione. In un recente comunicato stampa il regista informa: “Oggi alle 2 del pomeriggio sono stato interrogato dalla Polizia della North Zealand riguardo alle accuse sollevate dalla procura di Grasse in Francia nell'agosto 2011 sulla possibile violazione, da parte mia, del divieto (previsto nella legge francese) di giustificare i crimini di guerra. L'interrogatorio includeva i miei commenti fatti durante la conferenza stampa di Cannes a maggio 2011. A causa di queste accuse, molto serie, ho preso coscienza di non essere in grado di esprimermi in maniera inequivocabile e, di conseguenza, ho deciso che da oggi in poi non effettuerò più dichiarazioni pubbliche e interviste”.

Nel frattempo il portavoce ha chiesto il riserbo su questa situazione, apostrofando il suo cliente come un ‘essere umano che vuole solo proteggere la sua famiglia’. In attesa di conoscere come evolverà questa intricata situazione, vi ricordiamo che Melancholia sarà nelle sale distribuito da Bim, il 21 Ottobre.

Fonte: Deadline

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA