questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

L’Agis e l’Anica rispondono a Bondi

Attualità

08/02/2011

Alle dichiarazioni di due giorni fa del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Sandro Bondi, che a commento di una esaltante quota di spettatori raggiunta dal cinema italiano, rilanciava l'ipotesi di rifinanziamento del tax credit utilizzando anche la tassa di scopo, ovvero il prelievo sul biglietto del cinema, rispondono le maggiori Associazioni di Categoria del Cinema, prendendo posizione, ognuna sulla base delle proprie priorità.

"Ritengo - aveva dichiarato il ministro - che la proposta allo studio per il rifinanziamento del tax credit  sia un ragionevole punto di partenza per continuare a percorrere questa giusta strada, che conduce a un approccio autenticamente liberale nel sostegno a una delle principali industrie culturali del Paese e permette al contempo di liberare maggiori risorse per settori dello spettacolo finora sacrificati, come la musica, il teatro e la danza.”

L'ANICA nel concordare che i risultati positivi del cinema italiano sono stati ottenuti grazie alle poche ma ben utilizzate risorse del Ministero e soprattutto alle incentivazioni fiscali, ma avvisa anche che "Se questi strumenti non verranno mantenuti, tutto quello che e' stato costruito in questi anni andrà perduto."

Anche l'Agis, nella persona del Presidente Paolo Protti,  nel condividere l’affermazione del ministro Bondi secondo la quale le misure di agevolazione fiscale per il cinema hanno contribuito alla crescita di spettatori, mette in guardia il Governo nel  portare avanti la proposta di un prelievo sull’incasso delle sale, come unico strumento per trovare le necessarie risorse per il cinema.

“Dalla dichiarazione del ministro Bondi -  dichiara il Presidente Protti - raccogliamo positivamente il riconoscimento che il cinema è una delle principali industrie culturali del Paese. Dunque, il sostegno che ad esso necessita deve venire da tutti coloro che utilizzano il prodotto film".

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA