questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

La Warner Bros divorzia dalla Legendary Pictures

Attualità, Trade

25/06/2013

Dopo otto anni di strettissima collaborazione, la nuova Warner Bros ormai saldamente nelle mani del nuovo CEO Kevin Tsujihara, non sembra intenzionata a rinnovare il contratto con Legendary Pictures, braccio produttivo e cofinanziatrice della major per molti dei titoli più importanti di questi ultimi anni, tra cui la trilogia di Il Cavaliere Oscuro, la trilogia di Una Notte da Leoni, i colossal mitologici, 300, Clash of the Titans, oltre a L'Uomo d'Acciaio, cofinanziati al 50% con la Warner e di cui la Legendary riscuoterebbe il 50% dei ricavi. Nel frattempo la Legendary è diventata una vera e propria mini-major, alzando l'asticella della collaborazione con un line-up sempre più impegnativo e diventando, in tutti i nuovi progetti, partner produttivo al 75% (ed in prospettiva al 100% della major), vedi i tentpole come Pacific Rim (in uscita il prossimo mese), Godzilla (estate 2014), 300: Rise of an Empire (marzo 2014), Seventh Son, un cyberthriller ancora senza titolo diretto da Michael Mann e interpretato da Chris Hemsworth; l'adattamento cinematografico del videogame Warcraft, il thriller As Above So Below, l'action-ultraterreno Spectral.  A fronte di questa nuova strategia, la Legendary avrebbe richiesto di rivedere i termini economici dell'accordo, con un incremento significativo della propria percentuale.  Un indirizzo che andrebbe, a quanto sembra, nella direzione opposta del nuovo corso della Warner e del suo nuovo capo  Tsujihara, deciso a riprendersi il controllo della divisione cinematografica (vedi le dimissioni di Jeff Robinov) e delle varie properties. E che avrebbe trovato nella DC Comics, la società che fa capo alla Warner e che detiene i diritti dei characters come Batman, Superman etc. un alleato prezioso.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA